Napoli e il Renate beffano Bassano. Giallorossi ko a dieci minuti dal novantesimo

0

Tanta quantità in attacco, tanta qualità a tutto campo per il Bassano Virtus, ma al triplice fischio ad esultare è il Renate che in uno dei pochissimi tiri a disposizione, e a dieci minuti dal novantesimo, batte Rossi con Napoli per il goal dell’1-0 che decide l’incontro e chiude un match in cui la formazione di Sottili meritava decisamente di più. In classifica il Cittadella continua a guidare con 72 punti davanti a Pordenone (59), Bassano Virtus (58) e Alessandria (57).

Il Bassano inizia bene con Proietti dopo due minuti ma la sua conclusione esce di poco a lato. Candido poco dopo prova ad insidiare Moschin, autore di un rinvio maldestro, ma l’estremo difensore è supportato dalla retroguardia e il Renate si salva. Alla mezz’ora cresce d’intensità il gioco offensivo giallorosso con Pietribiasi che da buona posizione centra in pieno la traversa mettendo paura al pubblico di casa. Pavan, Riva e Bizzotto finiscono sul taccuino dell’arbitro con il capitano giallorosso che purtroppo, diffidato, salterà il derby con il Padova. La spinta continua ad essere bassanese e a provarci, al minuto 42, è Misuraca il cui tiro viene arginato in extremis da Malgrati che devia in angolo. Il Renate si vede solo al minuto 45 quando Pavan serve Scaccabarozzi con quest’ultimo che costringe Rossi a respingere, mandando le squadre negli spogliatoi sul risultato di zero a zero.

La ripresa si apre con una prima incursione di Candido ben arginata da Moschin. I padroni di casa bussano alla porta di Rossi poco dopo con Ekuban e Graziano ma l’estremo difensore giallorosso non si fa sorprendere. La quantità di occasioni e di gioco create dal Bassano non porta i frutti sperati anche quando al 58esimo Falzerano imbecca bene Misuraca sulla cui conclusione è però pronto Moschin, in due tempi. Dall’altra parte al minuto 66 sono sempre e solo Ekuban e Graziano ad impensierire la retroguardia della formazione di Sottili ma Rossi, stavolta in uscita, fa buona guardia. L’insistente ricerca del goal giallorosso non trova sfogo e il Renate, di fronte al proprio pubblico e assetato di punti salvezza, coglie al minuto 78 la giocata che non t’aspetti e che permette ai padroni di casa di passare in vantaggio. Rimessa veloce di Anghileri per Scaccabarozzi che mette sul secondo palo dove Napoli è lesto ad infilare Rossi per l’1-0. Mister Sottili prova a riorganizzare la squadra e il tutto per tutto inserendo Laurenti al posto di Proietti ma il risultato non cambia nonostante l’assalto finale giallorosso in un “tutto per tutto” da brividi. Al novantesimo, e dopo tre minuti di recupero, è il Renate ad esultare; l’occasione per tornare a fare punti e riscattare la sconfitta odierna è già in calendario. Sabato al Mercante arriva il Padova, un derby da affrontare con il coltello tra i denti!

Le dichiarazioni dei giallorossi al termine del match (si ringrazia per la collaborazione Sara Vivian, ufficio stampa Bassano Virtus)

Mister Sottili: “Il rammarico maggiore è che si sia subito gol in una situazione di fallo non fischiato evidente ai danni di Bozzotto. Abbiamo avuto alcune occasioni che non siamo riusciti a sfruttare. Tuttavia le condizioni del campo hanno influito sul gioco. Questa squadra deve i indossare sempre il vestito blu da squadra operaia. Il primo obiettivo richiesto era la salvezza e voglio elogiare questi ragazzi per quanto è stato fatto. Hanno una grande cultura del lavoro e per il secondo anno consecutivo hanno raggiunto un traguardo di grande rilievo. Ora cerchiamo di conquistare la miglior posizione possibile e poi ai play off faremo di tutto per arrivare alla fine”.

Giacomo Cenetti: “Se fossimo riusciti a segnare nel primo tempo la partita si sarebbe incanalata diversamente. Tuttavia oggi abbiamo raggiunto un traguardo importante, con due giornate d’anticipo. Ora cercheremo di conquistare più punti possibili nelle prossime due gare per riuscire a conquistare la seconda posizione importante per disputare la partita secca in casa”.

Marcello Falzerano: “La giornatadi oggi è un’ulteriore dimostrazione di quanto questo campionato sia difficile, come si è visto anche nei risultati delle altre. E’ difficile ottenere la salvezza ed è stato difficile anche raggiungere i play off. La nostra prestazione odierna non è stata positiva, ma guardiamo comunque il bicchiere mezzo pieno: abbiamo raggiunto i play off e daremo il massimo sempre da qui alla fine”.