Jenny Lavarda continua a stupire. Con lei l’arrampicata italiana parla vicentino!

0

Jenny Lavarda, 32 anni, arrampicatrice. Alla voce “Lady Geco” su google compare proprio lei. Nata a Marostica ma stabilitasi a Molvena, la campionessa dalle mani d’acciaio e dalla simpatia travolgente non si ferma.

Ciao Jenny, innanzitutto, visti i tuoi impegni, grazie per aver accettato di dedicarci qualche minuto. Partiamo da lontano: quando è nata la tua passione per l’arrampicata?

Ciao! grazie a voi per l’interesse. La mia passione per l’arrampicata e per la montagna in generale, è nata quando avevo circa sei/sette anni, periodo in cui i miei genitori mi hanno portata a fare le prime “scampagnate” (prima via ferrata a sei anni). Da lì non ho mai smesso, come potete vedere (ride).

Cosa significa questa disciplina per te oggi?

Beh rimane sempre la mia grande passione, diventata però un lavoro. Infatti sono istruttrice federale e gestisco una sala boulder, dove ogni giorno vedo, o almeno spero, di veder nascere nuovi talenti sulle mie orme. Sottolineo che sette/otto ore di allenamento al giorno me le faccio sempre, e nei giorni in cui si sta più leggeri si lavora sulla qualità dei movimenti. Non sono sempre “rose e fiori”, sappiatelo, ma tutto questo è la mia vita.

A quali competizioni prendi parte generalmente?

Ho partecipato alla coppa del mondo ed ai campionati del mondo assoluti, dove ho raggiunto due sesti ed un settimo posto, intervallati da tre terzi post nelle singole tappe, due nella categoria boulder e uno nella difficoltà.

Spiegaci cosa intendi per boulder e difficoltà.

Il bouldering è un’attività di arrampicata su massi, che possono essere naturali o artificiali. Nella difficoltà vince chi arriva più in alto per capirci. Spesso però mi cimento anche nella scalata delle falesie, pareti rocciose che colano a picco sul mare, uno spettacolo unico.

Cambiamo leggermente discorso. Perché non scegliere il calcio o la pallavolo, ma piuttosto intraprendere questo sport poco conosciuto?

Bella domanda! Sarò anche di parte ma a mio parere l’arrampicata ti dà qualcosa in più. Ti permette di allenare corpo e mente molto meglio degli altri sport e le sensazioni che vivi, difficilmente le puoi provare facendo altre cose, senza nulla togliere alle altre discipline. Immaginate di trovarvi in alto, magari con un bel cielo azzurro e sotto di voi un panorama mozzafiato, cosa volere di più?

Credo tu abbia detto un po’ tutto, grazie per la disponibilità!

Grazie a voi è stato un piacere! Un saluto agli amici di Bassano Sport, alla prossima!

Intervista a cura di Elia Lazzarotto