Italia sconfitta in extremis dalla Lettonia. Ungheria ad un passo dall’oro

0

È l’Ungheria a sorridere in questa terza giornata del Campionato Mondiale Senior Femminile. Grazie alla vittoria della Lettonia sull’Italia per 4-3, infatti, le ungheresi sono ad un passo dalla medaglia d’oro e dal passaggio di categoria. Vanno poi a punti la Cina, che supera l’Olanda e conquista i primi tre punti dall’inizio dell’evento iridato, l’Ungheria, che rimane in testa alla classifica in solitaria a quota 9 punti battendo il Kazakistan, e le lettoni che beffano appunto le azzurre a due minuti dalla fine del terzo tempo.

QUI ITALIA. Il pubblico si sta ancora posizionando sugli spalti del palaghiaccio di Asiago quando la Lettonia fa gol al 14’’ con Petersone. L’Italia fa un po’ di pasticci, ma in un modo o nell’altro a Furlani riesce il pareggio al 15’13’’: 1-1. Al 19’51’’ Orlandini si fa spedire in panca puniti per una trattenuta che era evitabile. Nel secondo periodo Larger prova a tirare in porta, ma non riesce a sorprendere Tetina; ci prova allora Krumina, ma Klotz chiude la serranda. Le lettoni iniziano a farsi pericolose, tentano tanti tiri in porta, ma un pizzico fortuna viene in soccorso di capitan Saletta e compagne che non riescono a spostare il gioco dallo specchio della porta azzurro. Stocker conquista una penalità a favore e qui è una super De la Forest a concretizzare al 12’ con l’aiuto di Dalpra, brava a leggere l’azione. Koka sbaglia un gol clamoroso quando mancano una manciata di minuti alla fine, anche la compagna di squadra Apsite al 18’ fa rabbrividire non solo Klotz, ma tutta l’Italia. Prova e riprova al 18’44’’ Koka trova la rete del pareggio: 2-2. Nel terzo periodo l’arena è infuocata, sblocca la situazione al 9’39’’, con un gol che vale moltissimo, l’azzurra Gius, ma il team di Liberatore non esulta per molto perché la fuoriclasse lettone Miljone al 12’55’’ ci mette la pezza: 3-3. Negli ultimi minuti l’Italia preme sull’acceleratore per non portare la gara all’overtime, ma è la Lettonia che trova la rete che fa la differenza al 18’12’’ con una doppietta di Miljone. Era un match che non doveva finire così per l’Italia; ora la strada per arrivare a medaglia si fa in salita e non resta che vincere la gara di domani contro la forte Ungheria (che però giocherà con il coltello tra i denti per l’oro) e domenica contro il Kazakistan. Premiate come best player Gius (Italia) e Bicevska (Lettonia).

LE ALTRE GARE. La Nazionale cinese, ancora a bocca asciutta, affronta l’Olanda nella prima giornata di gare. Le orientali convincono con un ottimo contropiede e una pattinata veloce: due elementi che valgono l’1-3 finale. La Cina prova a concretizzare già al 6’, ma Van Leeuwen copre bene la porta; replica l’Olanda che beffa Wang al 13’57’’ con Wielenga: 1-0. Carica del vantaggio, Keijzer cerca il bis, ma il tempo si chiude senza altri gol. Nel secondo periodo la Cina trova prima il pareggio al 9’19’’ con Siyang Liu, poi il vantaggio al 16’33’’ con Kong. Parte bene il team del ct canadese Seeley nel terzo tempo ipotecando il successo al 4’43’’ con una bella rete di Fang; le olandesi, troppo nervose, commettono tanti falli e non hanno la lucidità necessaria per recuperare lo svantaggio. Premiate come best player Kong (Cina) e Barton (Olanda). Nella seconda partita delle giornata ad avere la meglio è l’Ungheria che, battendo il Kazakistan per 2-3, si mantiene al primo posto della classifica in solitaria a quota 9 punti. Già dal primo tempo il match è combattuto: all’11’19’’ segna Koroleva per il Kazakistan, replica al 12’32’’ Zsofia Jokai-Szilagyi per l’Ungheria. Stessa storia nel secondo periodo quando a passare in vantaggio sono le kazake a 36’’ con Felzink, ma ci pensa Brgles al 11’08’’ a riportare la situazione in parità. Si va alla pausa sul 2-2. All’8’ del terzo tempo Dabasi segna la rete che fa la differenza e il team di coach Marton più esultare ancora una volta. Premiate come best player Fux (Kazakstan) e Jokai-Szilagyi (Ungheria).

INFO. Questo il programma di domani: ore 13.30 Olanda-Kazakistan; ore 17.00 Cina-Lettonia; ore 20.30 Ungheria-Italia. Tutte le partite del Mondiale hanno ingresso gratuito. È possibile seguire gli sviluppi e i risultati in tempo reale sulla pagina Facebook dedicata “IIHF World Championship Asiago” e sugli account Twitter e Instagram “Asiago 2016”. Questo è il sito internet ufficiale: www.hcasiagojunior.it/asiago2016.

LETTONIA   4

ITALIA          3

Lettonia: Tetina (K. Apsite); Ozmena, Ai. Apsite, Kronberga, Mihejenko, Koka, Kublina, Bicevska, Geca-Miljone, Ag. Apsite, Miljone, Ivaskina, Agare, Krumina, Lagzdina, Petersone, Anisimova, Abola, Apse. All. Macijevskis

Italia: Klotz (Pompanin); Mattivi, Ricca, Saletta, Ballardini, Zaccherini, Furlani, Bettarini, de la Forest de Divonne, Muraro, Larger, Battisti, Galtieri, Orlandini, Carignano, Stocker, Campo Bagatin, Dalpra, Zandegiacomo Mistrotofolo, Elliscasis, Gius. All. Marco Liberatore

Arbitri: Kontturi (Fin), Egli (Sui) e Price (Usa)

Reti:  pt 0’14” Petersone (L) 15’13” Furlani (I); st 12’00” de la Forest (I) 18’44” Koka (L); tt 9’39” Gius (I) 12’55” Miljone (L) 18’12” Miljone (L)

LE GARE DI OGGI

ore 13.30 Olanda-Cina 1-3 (1-0, 0-2, 0-1)

ore 17.00 Kazakistan-Ungheria 2-3 (1-1, 1-1, 0-1)

ore 20.30 Lettonia-Italia 3-3 (1-1, 1-1, 2-1)

LA CLASSIFICA: Ungheria 9 punti; Lettonia 6 punti; Italia 4 punti; Kazakistan e Cina 3 punti; Olanda 2 punti.