Italia ko contro il Giappone all’esordio nel mondiale under 18 di hockey ghiaccio

0

Nella prima giornata del Campionato Mondiale vanno a punti il Giappone, che batte per 2-3 l’Italia, l’Ungheria, che supera 2-6 la Corea del Sud, e l’Ucraina che vince per 3-1 sulla Slovenia.

QUI ITALIA. Esordio negativo per l’Italia che, avanti per 2-0, si fa prima raggiungere, poi superare da un Giappone guidato da un Igari in grande spolvero. Si fa subito notare la Nazionale azzurra che al 4’42’’ con De Francesco spiazza Koda con un bel tiro dopo un ottimo passaggio di Vinatzer: 1-0. Al 16’32’’ l’Italia raddoppia con Oberrauch. Il Giappone non si arrende, colpisce la traversa al 19’20’’ con Kon. Nel secondo tempo la squadra del Sol Levante prova a raddrizzare la gara puntando sulla velocità, ma Quagliato difende bene la porta. Al 4’52’’ arriva una penalità per gancio con bastone a Vinatzer, esce anche Oberrauch per trattenuta. Gli azzurri abbassano un po’ la guardia e i giapponesi colgono l’occasione segnando due gol pesantissimi: al 9’48’’ con Namae e all’11’56’’ con Kobori (azione sviluppatasi a seguito di un mancato fischio arbitrale). Dal 2-2 l’Italia cerca la svolta, ma ad emergere è uno spettacolare Igari che, in contropiede, si trova a tu per tu con Quagliato e segna al 13’55’’. Si tratta della rete decisiva che condanna il team di Gschliesser. Premiati come best player Quagliato (Italia) e Kobori (Giappone).

LA CERIMONIA. Dopo il benvenuto a tutti i team da parte del sindaco di Asiago Roberto Rigoni Stern, accompagnato dall’assessore allo sport Franco Sella, sono arrivati i saluti e i ringraziamenti del presidente e del responsabile del settore hockey della Federazione Italiana Sport Ghiaccio, rispettivamente Andrea Gios e Tommaso Teofoli. Presente anche la presidente del Comitato Veneto FISG, Nadia Bortot. A fare gli onori di casa è poi stato il presidente del comitato esecutivo Massimo Rigoni che, tra le altre cose, ha ricordato come questo sia il nono Mondiale ospitato ad Asiago. L’apertura ufficiale dei Campionati Mondiali è infine arrivata dal chairman canadese Murray Costello.

LE ALTRE GARE. Nel primo match della giornata l’Ungheria supera per 2-6 la Corea del Sud. Il team di coach Anastasiadis contrasta i magiari per i primi due tempi, ma alla fine si deve arrendere alle doppiette di Horvath e Kreisz. La gara è subito combattuta, con i due team pronti a darsi battaglia. Sul finale del primo periodo sblocca la situazione Kreisz che trova la rete al 19’14’’. Nel secondo tempo il gioco si fa ancor più animato: arriva il pareggio della Corea al 17’07 con Chong Min Lee, ma l’esultanza dura poco perché un minuto dopo ribatte l’Ungheria con Toth, 1-2. Rimette tutto in gioco la Corea all’inizio del terzo periodo quando, al 41’’, trova il gol del pareggio con Juhyung Lee. Da qui colpo di coda dell’Ungheria che, nell’arco di 19”, realizza due reti spettacolari: al 4’58’’ con Szita e al 5’17 con Horvath, 2-4. Il vantaggio s’incrementa all’9’03’’ con la doppietta di Kreisz e sul finale di nuovo con Horvath, 19’01’’. Premiati come best player Sungmin Yoon (Corea) e Bruno Kreisz (Ungheria). Nel secondo appuntamento della giornata, a spuntarla è il team ucraino che batte per 3-1 la Nazionale slovena. Parte bene quest’ultima che beffa Dyachenko al 3’58’’ con Svetina, controbatte l’Ucraina con un bel gol in inferiorità numerica di Stupak al 14’25’’ su passaggio di Mazur. Nel secondo tempo mette la testa avanti l’Ucraina con uno scatenato Stupak che al 4’37’’ trova la doppietta. All’11’28’’ lo sloveno Rajsar si fa spedire in panca puntiti con un 2’+10’ per carica scorretta. Chiuso sul 2-1 il secondo periodo, nel terzo è ancora l’Ucraina a dominare con Mazur all’1’49’’. Il team di Kern ci prova fino alla fine, ma sono gli ucraini a portare a casa i primi tre punti importanti di questo Mondiale. Premiati come best player Mazur (Ucraina) e Sotlar (Slovenia).

INFO. Tutte le partite del Mondiale Under 18 hanno ingresso gratuito. È possibile seguire gli sviluppi e i risultati in tempo reale sulla pagina Facebook dedicata “IIHF World Championship Asiago” e sugli account Twitter e Instagram “Asiago 2016”. Questo è il sito internet ufficiale: www.hcasiagojunior.it/asiago2016.

ITALIA 2

Giappone 3

Italia: Quagliato (D. de Silvestro); Forte, Gios, Fink, Berger, Spinell, M. de Francesco, Leitner, Vinatzer, Kasslatter, Bergmeister, Oberrauch, Spitaler, Trivellato, Galassiti, Gasser, Pfostl, Spornberger, de Dona, Zerbetto, Topatigh. All. Gschliesser

Giappone: Koda (Nakajima); Kon, Shinoda, Igari, Aiki, Kaneko, Kirie, Miura, Kobajashi, Shimizu, Arai, Iwamura, Aoyama, Yasuda, Tokuda, Sawade, Namiki, Nagaoka, Namae, Kobori, Takebe. All. Okita

arbitri: Siegel (Aut), Dahl (Nor) e Schauer (Aut)

reti: pt 4’42” de Francesco (I) 16’32” Oberrauch (I); st 9’48” Namae (G) 11’56” Kobori (G); tt 13’55” Igari (G)

CLASSIFICA: Ungheria, Ucraina e Giappone 3 punti; Corea del Sud, Slovenia e Italia 0 punti.

PROGRAMMA CAMPIONATO MONDIALE U18 MASCHILE:

Lunedì 18 aprile

13.30 Corea del Sud-Ungheria 2-6 (0-1, 1-1, 1-4)

17.00 Ucraina-Slovenia 3-1 (1-1, 1-0, 1-0)

20.30 Italia-Giappone 2-3 (2-0, 0-2, 0-1)

Martedì 19 aprile

13.30 Ungheria-Ucraina

17.00 Giappone-Corea del Sud

20.30 Slovenia-Italia