Il Brunopremi.com vince ancora volando a +4 su Bergamo

0

L’8° successo stagionale, il 7° negli ultimi 13 incontri, arriva al termine di una grande partita giocata con il temibile Volley Adro Monticelli. La Foppa cade a Trento e Bassano allunga a +4 sulla zona retrocessione

Brunopremi.com Bassano – Volley Adro Monticelli 3-0 (25-22, 25-17, 25-23)

Brunopremi.com Bassano: Mason, Fucka R. 9, Canton 6, Fucka T. 11, Pais Marden, Stocco 9, Zanon, Tartaglia 8, Cusmano, Dall’Igna F., Kosareva (K) 15, Scanavacca (L). All. Martinez
Volley Adro Monticelli: Losi, Coulibaly, Bani, Rivoltella, Fava, Berlassini, Gatti, Stroppa, Raccagni, Lucarelli, Gnutti, Vittozzi. All.Amadori
Note. Arbitri: Maurizio Montegrotto da Venezia e Francesco Rossetto da Treviso

Dopo aver battuto Bergamo nello scontro diretto che potrebbe valere una stagione, il Brunopremi.com di Martinez torna in campo al Lungobrenta per la terza partita in nove giorni: avversario di turno il temibile Volley Adro Monticelli, una matricola terribile che naviga da inizio stagione nelle zone alte della classifica. Le leonesse però non temono nessuno e la serata si conclude con un altro tuffo sotto la tribuna dei tifosi Bruel che chiamano a gran voce le loro beniamine dopo averle viste dominare i primi due set, vinti 25-22 e 25-17, e dopo aver sofferto parecchio per un 3° set che poteva riaprire la sfida e che invece capitan Kosareva e compagne sono riuscite a chiudere al fotofinish anche grazie al solito preziosissimo apporto di chi è entrato dalla panchina. Finisce dunque 3-0 e il Brunopremi.com sale a quota 22 in classifica a +4 sulla zona retrocessione occupata dalla Foppapedretti Bergamo che sabato ha perso 3-1 lo scontro diretto con l’Ata Trento.

Unica novità nello starting seven per il Brunopremi.com è la presenza di Canton al posto di Mason in banda, per il resto Martinez conferma la formazione che mercoledì ha battuto Bergamo.L’inizio di 1° set è molto equilibrato e sono solo due muri a consentire alla squadra ospite di trovarsi avanti 6-8 alla prima sosta tecnica. Al rientro in campo però sul turno di battuta di Tartaglia sono Rebecka Fucka, Kosareva e Canton a firmare il sorpasso e il primo significativo break del set in favore delle leonesse brave a portarsi sull’11-8. Un vantaggio che aumenta alla seconda sosta tecnica grazie anche ad un paio di errori di troppo in casa Volley Adro: la squadra di Martinez è brava ad approfittarne per portarsi sul 16-11, massimo vantaggio nel set per Bassano. La squadra bresciana trova la forza di risalire recuperando qualche punto e costringendo mister Martinez al time out sul 18-15, ma Bassano tiene duro allungando nuovamente con Canton (22-17) e Rebecka Fucka (23-18), prima della magia di Kosareva che indovina l’angolo impossibile per il 24-19. Nel finale di set c’è ancora da soffrire, ma Tartaglia indovina il colpo che chiude i conti sul 25-22 per il Bassano.

Le leonesse, galvanizzate dal successo nel 1° parziale, partono forte anche nel 2° set e del resto le motivazioni della squadra di Martinez sono fortissime perché in palio ci sono punti salvezza fondamentali: Tartaglia attacca (6-4) mandando in battuta Stocco che piazza due ace per l’8-4 su cui le due squadre vanno dai rispettivi allenatori alla prima sosta tecnica. La reazione del Volley Monticelli è veemente: con un buon turno di battuta e approfittando di alcuni errori delle bassanesi, le bresciane riescono ad agganciare la parità a quota 9 punti. Il set sembra decisamente più equilibrato del precedente ma il Brunopremi.com trova nuovamente il vantaggio grazie alle battute vincenti di Canton e Rebecka Fucka che portano il punteggio sul 16-12, mentre è un gran muro a uno di Stocco a regalare alla squadra di Martinez il +5 (17-12). E’ il controbreak che di fatto decide un set messo in cassaforte dagli attacchi di Tajana e Rebecka Fucka (22-15) e dal mani out di Canton (23-15) prima del 25-17 finale che arriva su un errore in battuta della squadra ospite.

Nel 3° set è un gran muro di Tartaglia a rompere l’iniziale equilibrio (6-3) ed è la stessa Tartaglia a chiudere in attacco un’azione interminabile per l’8-5 in favore del Bassano alla prima sosta tecnica. Il Monticelli reagisce trovando prima la parità con un attacco di Koulibay (11 pari) e poi il vantaggio con un mani out di Stroppa (11-12), mentre il successivo muro su Kosareva (11-13) costringe Martinez a chiamare a sé le sue ragazze. La scossa per il Brunopremi.com arriva ancora dalla linea dei 9 metri ed è ancora Stocco a far male in battuta con due ace che riportano avanti Bassano prima del grande contrattacco firmato da Tartaglia per il 16-14 interno. Nella fase più convulsa del match accade di tutto e stavolta sono le bresciane a tornare avanti con un ace e un muro per il 17-19 su cui arriva il time out di Martinez. Ma non è finita perché in campo si assiste all’ennesimo ribaltone: Stocco e Rebecka Fucka piazzano due muri consecutivi (21-22) mentre nell’azione successiva il Volley Adro attacca out per una nuova parità (22-22). Le leonesse intravedono il traguardo piazzando la zampata vincente sull’ottimo turno di battuta della neoentrata Mason: Stocco mura ancora regalando il primo match point al Brunopremi.com (24-23) che non si fa pregare due volte chiudendo i conti subito con lo smash vincente di capitan Kosareva brava ad approfittare dell’ottima battuta di Mason. Bassano vince ancora portandosi a quota 8 vittorie in campionato ma soprattutto portandosi a +4 sulla zona retrocessione occupata dalla Foppapedretti Bergamo che sabato sera ha perso 3-1 lo scontro diretto con Trento. Le ragazze di Martinez festeggiano ancora una volta a gran voce sfogando tutta la loro gioia per l’ennesima impresa della stagione: il tuffo sotto la tribuna dei tifosi è l’ultima cartolina che arriva da un’altra serata indimenticabile di un 2016 che sta facendo registrare numeri da record. 7 vittorie in 13 incontri da dicembre in avanti si traducono in un +4 sulla zona retrocessione che a tre giornate dalla fine rappresenta un patrimonio inestimabile. E adesso sotto con due trasferte (Padova e Trento) prima della chiusura in casa il prossimo 7 maggio con San Donà.