Bassanesi in cattedra…! Per parlare di calcio, educazione e valori veri dello sport!

0

Domenico Lazzarotto, Luca Pozza, Giancarlo Padovan e Luigi Agnolin. Tre giornalisti e un arbitro, o meglio, l’arbitro per eccellenza (made in Bassano del Grappa) protagonisti venerdì sera dalle 20 a Carmignano di Brenta (PD) di un incontro durante il quale si parlerà del calcio come strumento educativo.

Organizzato dallo “Juventus Club Doc Brenta Bianconero”, l’incontro ruoterà attorno alla funzione educativa del calcio con un riferimento anche a quanto accadde nel 1985 all’Heysel, durante la finale della Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool. Argomento trattato all’interno del libro scritto da Domenico Lazzarotto, Luca Pozza e dallo stesso Agnolin dal titolo “1985 Heysel – 2015 Per non dimenticare…” che fra l’altro ha superato lo step nazionale alla cinquantatreesima edizione del prestigioso Premio Bancarella Sport 2016

Serata di formazione sportiva quella organizzata quindi il 22 aprile alle 20, dallo “Juventus Club Doc Brenta Bianconero” nella sede a Camazzole, in via San Giovanni. Sono quattro anni che oltre trecento i soci iscritti, parecchie le donne, provenienti dai comuni rivieraschi del Brenta, dai paesi della Valsugana fino a Limena, si ritrovano per seguire gli eventi della loro Juve.

“Noi del direttivo – afferma il presidente Carlo De Luca – siamo orgogliosi del nostro gruppo riconosciuto dal centro di coordinamento di Torino e che è uno dei pochi ad avere una propria sede autonoma. Siamo sempre in tantissimi a seguire la Juve, ma siamo pure presenti con i nostri tifosi anche allo Juventus Stadium, nelle partite in trasferta, in quelle di Champions e nelle feste sociali. Un momento magico per il nostro club è stata la festa per lo scudetto del 2013 organizzata in paese”.

Ma una serata particolare è dedicata alla tragedia di Heysel del 29 maggio del 1985, in occasione della finale dell’allora Coppa dei Campioni contro gli inglesi del Liverpol conclusasi in una mattanza: trentanove morti.

Nella sede del club a San Giovanni è organizzato un incontro-dibattito su “Il calcio come strumento educativo”.

“Purtroppo – spiega sempre il presidente De Luca – anche ai nostri giorni, assistiamo a degli episodi che sono la morte del bel calcio; ci sembra giusto non accettare da semplici spettatori questi tragici eventi e per questo vogliamo riproporre, attraverso testimonianze dirette, i valori che il buon calcio può offrire. Ci ritroveremo in sede dopo la messa delle 19 a Carmignano in suffragio dei soci che se ne sono andati”.

All’incontro del 22 aprile, oltre all’amministrazione comunale con il sindaco Alessandro Bolis e i suoi assessori Erik Pasqualon e Stefano De Visoni, saranno presenti gli ex giocatori Luciano Favero e Lionello Manfredonia, ed i giornalisti Giancarlo Padovan e Domenico Lazzarotto, autore quest’ultimo assieme a Luca Pozza ed all’ex arbitro internazionale Luigi Agnolin del libro “1985 Heysel – 2015 Per non dimenticare…”, edito dalla Rumor Industrie Grafiche di Vicenza, che fra l’altro ha superato lo step nazionale alla cinquantatreesima edizione del prestigioso Premio Bancarella Sport 2016.