Al mondiale di Asiago l’Italia va ancora ko! Promossa l’Ungheria

0

Nella quarta giornata del Campionato Mondiale Prima Divisione, Gruppo B l’Ungheria batte il Giappone per 2-4 e così facendo conquista la matematica promozione in Prima Divisione, Gruppo A; successo anche per la Slovenia che supera in agilità per 9-3 la Corea del Sud. Male invece l’Italia che rimane in fondo alla classifica a zero punti assieme alla Corea. Gli azzurri hanno perso anche il quarto match contro l’Ucraina per 4-2.

QUI ITALIA. Questo Mondiale sta prendendo una brutta piega per l’Italia che perde anche la quarta partita contro l’Ucraina. Ora non resta che sperare nel successo di domenica (sabato è day off) nello scontro diretto con la Corea del Sud. Il match si fa subito in salita per gli azzurri che però dimostrano un buon gioco e molta aggressività. Verso la metà del primo tempo l’Italia inizia a pressare, Gios prova due tiri in porta in situazione di power play (fuori 2’ Kozachuk), ma il disco non entra. In compenso trova lo spazio l’Ucraina che al 7’58’’ segna l’1-0 con Stupak. Replica l’Italia al 13’33’’ con capitan Fink. La gioia dura poco perché gli ucraini tornano avanti al 14’46’’ con Grygoryev, 2-1. Gli azzurri non mollano e segnano con Topatigh al 15’54’’. Nel secondo periodo arrivano 2’ di penalità per Fink che si sommano a quelli presi da Oberrauch alla fine del primo tempo. Gli ucraini non si fanno sfuggire l’occasione e finalizzano al 4’12’’ con Grygoryev. Al 6’23’’ Stupak finisce in panca puniti per carica alla testa e rimedia un 2’+10’. Le penalità si susseguono: nel secondo tempo l’Italia ne colleziona ben 6 da 2’ mentre l’Ucraina ben 4 da 2’ più i 10’ assegnati a Stupak (a fine gara saranno 24 i minuti presi dall’Italia e 64 quelli rimediati all’Ucraina). Si va al terzo tempo e il team ucraino può sfruttare un rigore per colpo di bastone di Pfostl; realizza Chorny al 7’15’’, 4-2. Coach Gschliesser chiede il time out mentre fanno i conti con 10’ di penalità Grygoeyev e 2’ di penalità Stupak. Ghiotta occasione quindi per gli azzurri, ma Fink e compagni non riescono a sfruttare il power play e la gara si chiude per 4-2. Premiati come best player Gasser (Italia) e Grygoryev (Ucraina).

LE ALTRE GARE. Il primo appuntamento della giornata vedeva opposte Slovenia e Corea del Sud; è la Nazionale balcanica a vincere per 9-3. A rompere il ghiaccio è il coreano Chae che al 2’47’’ realizza la prima rete della gara; replica di netto la Slovenia che insacca tre reti abbastanza ravvicinate: all’8’30’’ con Drozg, al 9’43’’ con Sodja e al 13’09 con Sturm. Il secondo periodo si svolge praticamente in fotocopia al primo, con la Corea del Sud che realizza la prima rete al 5’54’’ con Seok Jin Lee e la Nazionale di coach Kern che replica con altri tre gol: al 7’27’’ con Sersen, al 9’25’’ con Petek e al 9’51’’ con Voh. Nel terzo tempo la Slovenia trova altre tre reti: al 56’’ con Kujavec, al 7’40’’ con Sturm e al 16’41’’ con Svetina. L’unico assolo coreano arriva al 16’57’’ per mano di Chae. Premiati come best player Chae (Corea del Sud) e Drozg (Slovenia). Il secondo match, quello clou tra le prime della classe, ha visto l’Ungheria vincere per 2-4 con la conseguente promozione in Divisione I-Gruppo A. Primo tempo di studio tra i due team che trovano qualche occasione da gol ma non concretizzano. Nel secondo tempo, invece, la situazione si sblocca; il primo a trovare la rete è la formazione del Sol Levante al 56’’ con Arai, ribatte l’Ungheria al 3’30’’ con Szigeti. Avanti il Giappone per 2-1 all’8’04’’ con Yasuda, ma la formazione di coach Williamson si rimette in pari con un rigore ottenuto da un fallo di Iwamura e realizzato da Szita: 2-2. Gol decisivo nel terzo periodo quando, grazie all’ottimo passaggio di Kiss, Toth segna al 5’23’’ il gol dell’Ungheria. Il Giappone tenta il tutto per tutto, togliendo il portiere, ma la mossa produce solo il gol a porta vuota di Horvath al 19’52’’. Il risultato si fissa sul 2-4 che vale la promozione dell’Ungheria in Divisione I-Gruppo A. Premiati come best player Bukor (Ungheria) e Iwamura (Giappone).

INFO. Tutte le partite del Mondiale Under 18 hanno ingresso gratuito. È possibile seguire gli sviluppi e i risultati in tempo reale sulla pagina Facebook dedicata “IIHF World Championship Asiago” e sugli account Twitter e Instagram “Asiago 2016”. Questo è il sito internet ufficiale: www.hcasiagojunior.it/asiago2016.

CLASSIFICA: Ungheria 12 punti (Divisione I-Gruppo A); Giappone e Ucraina 9 punti; Slovenia 6 punti; Italia e Corea del Sud 0 punti.

Ucraina 4

Italia 2

Ucraina: Dyachenko, Petlenko; Ganopolsky, Zharykov, Potsiluyenko, Grygoryev, Merezhko, Artemyev, Kozachuk; Kovalenko, Stupak, Lesnikov, Chorny, Denyskin, Ruban, Netreba, Mkrtchyan, Moroz, Shevchenko, Shymansky, Mazur. All. Alipov

Italia: de Silvestro (Quagliato); Forte, Gios, Fink, Berger, Spinell, de Francesco, Leitner, Kasslatter, Bergmeister, Oberrauch, Spitaler, Trivellato, Galassiti, Gasser, Pföstl, Spornberger, de Donà, Zerbetto, Topatigh. All. Gschliesser

arbitri: Novak (Svk), Pointel (Fra) e Stupak (Kaz)

reti: pt 12’02” Stupak (U) 13’33” Fink (I) 14’46” Grygoryev (U) 15’54” Topatigh (I); st 4’12” Grygoryev (U); tt 7’15” Chorny (U)

PROGRAMMA CAMPIONATO MONDIALE U18 MASCHILE:

Lunedì 18 aprile

13.30 Corea del Sud-Ungheria 2-6 (0-1, 1-1, 1-4)

17.00 Ucraina-Slovenia 3-1 (1-1, 1-0, 1-0)

20.30 Italia-Giappone 2-3 (2-0, 0-2, 0-1)

Martedì 19 aprile

13.30 Ungheria-Ucraina 6-2 (2-1, 0-1, 4-0)

17.00 Giappone-Corea del Sud 1-0 (1-0, 0-0, 0-0)

20.30 Slovenia-Italia 4-2 (0-2, 1-0, 3-0)

Mercoledì: day off

Giovedì 21 aprile

13.30 Slovenia-Giappone 1-4 (0-3, 1-0, 0-1)

17.00 Corea del Sud-Ucraina 3-6 (1-2, 1-2, 1-2)

20.30 Ungheria-Italia 7-1 (3-1, 1-0, 3-0)

Venerdì 22 aprile

13.30 Slovenia-Corea del Sud 9-3 (3-1, 3-1, 3-1)

17.00 Giappone-Ungheria 2-4 (0-0, 2-2, 0-2)

20.30 Ucraina-Italia 4-2 (2-2, 1-0, 1-0)

Sabato: day off