L’Italia è salva. Gli azzurrini battono la Corea del Sud e mantengono la categoria

0

Nell’ultima giornata di Campionato Mondiale Prima Divisione, Gruppo B l’Ungheria conferma la propria imbattibilità vincendo 5-4 sulla Slovenia. Il team magiaro chiude con l’oro e la promozione in Prima Divisione, Gruppo A. Argento per il Giappone che supera 3-2 l’Ucraina, quest’ultima sale sul gradino più basso del podio. Infine nella gara decisiva tra Italia e Corea del Sud gli azzurri buttano letteralmente il cuore oltre l’ostacolo e s’impongono sugli avversari per 5-2. A retrocedere in Seconda Divisione, Gruppo A è quindi la Nazionale coreana.

QUI ITALIA. Lacrime di gioia e sorrisi. Nella partita da “salvezza o retrocessione” l’Italia non delude e, dopo una settimana di astinenza, conquista i primi – e decisivi – tre punti di questa competizione iridata. Un 5-2 che premia l’Italia, ma che allo stesso tempo significa la retrocessione della Corea del Sud in Seconda Divisione, Gruppo A. All’inizio del primo tempo le due formazioni si studiano; ci sono un paio di ghiotte occasioni per l’Italia, ci prova al 12’20’’ anche De Francesco, ma Tea Kyung Kim fa una buona parata. Arriva al 14’58’’ la prima penalità per l’Italia ai danni di Galassiti per trattenuta. Il gioco prosegue senza reti, finisce in panca puniti al 19’21’’ Kang, e la Nazionale di casa in power play trova il gol dell’1-0 al 19’38’’ con l’asiaghese Gios. Una segnatura che fa bene al morale della squadra di coach Gschliesser che infatti entra in pista animata dalle più buone intenzioni nel secondo tempo. E si ripete la stessa scena del primo tempo con gli azzurri che in superiorità numerica (fuori il coreano Geon Woo Kim) segnano con capitan Fink al 4’42’’, 2-0. Ed è ancora Fink a trovare la terza rete con uno spettacolare assolo iniziato a metà campo. Replica la Corea del Sud con Mingyu Park al 8’15’’. Pronta reazione dell’Italia con De Francesco al 12’09’’, 4-1. Si va al terzo tempo ed è di nuovo uno scatenato Fink, su passaggio di Gios, a trovare la quinta rete al 49’’; tripletta per lui. Gli azzurri non riescono a sfruttare due power play, ma almeno passano indenni alle penalità assegnate a Forte (al 7’54’’) per sgambetto e a Spinell (al 12’30’’) per colpo di bastone. La Corea rialza la testa, segna al 16’02’’ con Sungmin Yoon ma non basta per evitare la retrocessione. L’Italia può finalmente festeggiare dopo una settimana difficile. Premiati come best player Trivellato (Italia) e Park (Corea del Sud).

LE ALTRE GARE. Il primo appuntamento della giornata vedeva opposti Giappone e Ucraina, in palio la medaglia d’argento di questo Mondiale Under18 maschile. È la Nazionale del Sol Levante a vincere per 3-2 e a salire sul secondo gradino del podio alle spalle dell’Ungheria. Bronzo per l’Ucraina. A rompere il ghiaccio è il giapponese Kobori che trova subito una rete al 58’’; raddoppia il compagno di squadra Kaneko al 5’19’’. All’8’31’’ l’Ucraina dimezza lo svantaggio con la rete di Denyskin. Il primo tempo si chiude quindi sul 2-1 per la Nazionale del Sol Levante. Nel secondo periodo la formazione di coach Alipov trova il pareggio al 6’17’’ con Mazur (2-2), ma ancora una volta gli orientali sorpassano: gol decisivo di Tokuda al 14’37’’. Premiati come best player i due portieri Nakajima (Giappone) e Dyachenko (Ucraina). Gara che non mette in palio nulla quella tra l’Ungheria, già matematicamente promossa in Divisione I-Gruppo A, e la Slovenia, salva ma impossibilitata ad arrivare a medaglia. Vince comunque la compagine magiara per 5-4. Nei primi minuti di gara emerge l’Ungheria con la doppietta di Szita all’1’19’’ e al 4’13’’. La Nazionale balcanica non resta però a guardare e pareggia con Tislar e con Urukalo, rispettivamente al 14’24’’ e al 17’05’’. Nel secondo tempo passa a condurre il team magiaro che trova il 3-2 al 3’46’’ con Molnar; pareggia di nuovo i conti la Slovenia che segna all’11’50’’ con Sodja. Nel terzo periodo è l’ungherese Patrik Kiss a sbloccare la situazione all’11’29’’, ma di nuovo la Slovenia non molla: 4-4 al 15’46’’ con Drozg. A risolvere definitivamente la situazione e a decidere la partita è al 59’37’’ Patrik Kiss che con questa doppietta rende la Nazionale ungherese imbattuta per tutto il Mondiale. Premiati come best player Bugar (Ungheria) e Jugovic (Slovenia).

PREMIAZIONI. Al termine della gare subito le premiazioni e la cerimonia di chiusura del Mondiale Under 18 di Prima Divisione, Gruppo B di Asiago. Premiati dai rispettivi team come miglior giocatore del torneo: per la Corea il n. 15 Lee, per il Giappone il n. 1 Koda, per l’Italia il n. 19 Fink, per la Slovenia il n. 21 Drozg, per l’Ucraina il n. 24 Mazur e per l’Ungheria il n. 21 Horvath. Sono stati poi premiati come miglior attaccante del torneo il n. 21 della Slovenia Jan Drogz, miglior difensore il n. 15 del Giappone Yunki Shinoda e miglior portiere il n. 1 dell’Ungheria David Kovacs.

CLASSIFICA FINALE. Ungheria 15 punti (promossa in Divisione I-Gruppo A); Giappone 12 punti; Ucraina 9 punti; Slovenia 6 punti; Italia 3 punti; Corea del Sud 0 punti (retrocessa in Divisione II-Gruppo A).

Italia 5

Corea del Sud 2

Italia: Quagliato (de Silvestro); Forte, Gios, Fink, Berger, Spinell, de Francesco, Leitner, Kasslatter, Bergmeister, Oberrauch, Spitaler, Trivellato, Galassiti, Gasser, Pföstl, Spornberger, de Donà, Zerbetto, Topatigh. All. Gschliesser

Corea del Sud: Kim T.K. (Chun); Yoo W.H., Lee T.K., Yim, Yoo B.S., Lee J., Jang, Kang, Lee S.J.; Choi, Lee H.S., Lee C.M., Kim G.W., Kim S.Y., Yoon, Kim J.W., Lee J.M., Park M., Chae, Park H.. All. Anastasiadis

arbitri: Siegel (Aut), Kohlmuller (Ger) e Schauer (Aut)

reti: pt 19’38” Gios (I); st 4’42” Fink (I) 7’22” Fink (I) 8’15” M. Park (C) 12’09” de Francesco (I); tt 0’49” Fink (I) 16’02” Yoon (C).

TUTTI I RISULTATI DEL CAMPIONATO MONDIALE U18 MASCHILE:

Lunedì 18 aprile

13.30 Corea del Sud-Ungheria 2-6 (0-1, 1-1, 1-4)

17.00 Ucraina-Slovenia 3-1 (1-1, 1-0, 1-0)

20.30 Italia-Giappone 2-3 (2-0, 0-2, 0-1)

Martedì 19 aprile

13.30 Ungheria-Ucraina 6-2 (2-1, 0-1, 4-0)

17.00 Giappone-Corea del Sud 1-0 (1-0, 0-0, 0-0)

20.30 Slovenia-Italia 4-2 (0-2, 1-0, 3-0)

Mercoledì: day off

Giovedì 21 aprile

13.30 Slovenia-Giappone 1-4 (0-3, 1-0, 0-1)

17.00 Corea del Sud-Ucraina 3-6 (1-2, 1-2, 1-2)

20.30 Ungheria-Italia 7-1 (3-1, 1-0, 3-0)

Venerdì 22 aprile

13.30 Slovenia-Corea del Sud 9-3 (3-1, 3-1, 3-1)

17.00 Giappone-Ungheria 2-4 (0-0, 2-2, 0-2)

20.30 Ucraina-Italia 4-2 (2-2, 1-0, 1-0)

Sabato: day off

Domenica 24 aprile

13.30 Giappone-Ucraina 3-2 (2-1, 1-1, 0-0)

17.00 Ungheria-Slovenia 5-4 (2-2, 1-1, 2-1)

20.30 Italia-Corea del Sud 5-2 (1-0, 3-1, 1-1)