Col Pordenone la vittoria è … di rigore

0

UN PENALTY DI MISURACA REGALA AI GIALLOROSSI 3 PUNTI E IL SECONDO POSTO

Missione compiuta. Bassano supera di misura il Pordenone, scavalca i neroverdi in classifica e si lancia alla rincorsa del Cittadella, consolidando quel piazzamento playoff che dopo il raggiungimento della matematica certezza è oggi l’obiettivo di un’intera stagione.
Contro Berrettoni e compagni, i virtussini mettono in campo la loro solidità: mantengono la calma, controllano l’avversario e alla distanza mostrano quella superiorità tecnica che permette di portare a casa 3 meritati punti.
Dopo un primo tempo a rete inviolate, in cui i giallorossi reclamano un rigore abbastanza netto su Falzerano, è proprio un penalty realizzato da Misuraca, dopo l’atterramento in area di Bizzotto a consegnare ai bassanesi la quarta vittoria consecutiva e la seconda piazza.

La cronaca

Bassano Virtus: Rossi; D’Ambrosio, Martinelli, Bizzotto, Semenzato; Proietti, Cenetti, Falzerano, Misuraca, Candido; Pietribiasi. All. Sottili.
Pordenone: Tomei; Boniotti, Stefani, Pasa, Martin; Madordlini, Pederzoli, Buratto; Cattaneo, Berettoni,Filippini, All. Tedino.
Reti:

La prima occasione arriva dopo 7 minuti ed è del Pordenone: cross basso dalla destra, sulla palla s‘avventa Buratto che manda a lato.Il Bassano si vede al 11’ con Candido che tenta la conclusione dal limite dell’area.
Al 16’ Berrettoni rimedia un’ammonizione e basta poco per capire che l’ex capitano non è più tanto amato sugli spalti del Mercante. Ancora Pordenone al 20’ quando Cattaneo s’invola sulla sinistra e il tuo tiro illude i 200 tifosi neroverdi presenti al Mercante, infrangendo sull’esterno della rete.
Negli ultimi minuti il Bassano spinge. Al 41’ Bassano reclama un rigore di Martin su Falzerano: per l’arbitro l’atterramento è avvenuto appena fuori l’area e concede solo la punizione dal limite.
L’ultima occasione del primo tempo arriva al 44’: cross di Semenzato per la testa di Misuraca ma Tomei devia in corner.
Il primo tempo va in archivio sullo 0-0.

47’ Falzerano scarica su Cenetti che calcia dal limite tra le braccia di Tomei. Al 54’ è Misuraca che serve il “Condor” Pietribiasi che calcia appena oltre la traversa. Due minuti dopo è l’ex Cattaneo ad avere un’occasione, ma Rossi di oppone con sicurezza. Inizia il valzer delle sostituzioni: esce Cattaneo per Piscitella e i neroverdi sostituiscono Cattaneo per Martignano. Uscendo dal campo l’ex Veleno, si dirige verso la panca giallorossa (la forza dell’abitudine!).
Al 70’ l’opportunità più ghiotta per i virtussini arriva con il neoentrato Piscitella che s’invola sulla sinistra, si accentra e calcia di potenza: è bravo l’estremo Tomei a deviare in angolo. Per i padroni di casa è il momento propizio: al 71’ capitan Bizzotto viene atterrato in area da Stefani. Questa volta Mainardi non ha dubbi: è rigore. Dal dischetto Misuraca non fallisce e Bassano va avanti 1-0.
Fabbro entra per Pietribiasi , Davì per Proietti.
Nei quattro minuti di recupero c’è ancora tempo per vedere il Pordenone rimanere in 10 per la doppia ammonizione di Filippini.
Finisce 1-0. Una vittoria meritata per quanto visto al Mercante. Bassano raggiunge quota 49 punti, scavalca Pordenone e si piazza all’inseguimento del Cittadella. Domenica prossima, tutti a Mantova.