“Arrivederci Bassano, sei stata la mia famiglia”

0

I VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI ADDIO DI “CAPITAN” IOCOLANO

L’emozione in sala stampa è palpabile. Sorrisi, pacche sulle spalle, nascondono una strana sensazione, quasi nostalgia per un ricordo lontano, anche se, a guardare bene, sono passati appena 4 giorni dall’addio del capitano ai colori giallorossi.

Con Simone Iocolano c’è anche il presidente, Stefano Rosso. E lui a prendere la parola per primo.

A spiegare bene com’è andata la cessione del capitano ci pensa il presidente

Rosso rassicura i tifosi: “torneremo sul mercato – dichiara – ci mancano due pedine importanti”. Guai, dunque, a pensare che la cessione di Iocolano sia una sorta di resa. I soldi incassati dall’Alessandria ( e si parla di cifre non lontane dal mezzo milione di euro) serviranno per rinforzare i giallorossi. Ma di mercato si parlerà nelle prossime ore. Ora il protagonista è lui, Simone. Ecco come definisce il Soccer Team

Iocolano si dice dispiaciuto di non aver salutato come avrebbe voluto i suoi compagni. Ma chi gli mancherà di più?

Il Mattia in questione, ovviamente è Proietti e quando ricorda i momenti peggiori e migliori della sua avventura giallorossa indica, nel primo caso, il periodo di lontanza forzata da Bassano che l’ha costretto per un po’ in Valle D’Aosta e nel secondo il rigore decisivo con la Juve Stabia nei playoff dell’ultima stagio. Gli chiediamo, allora, cosa porterà con sè dei 7 anni vissuti a Bassano. Ecco cosa risponde

Iocolano oggi è un giocatore dell’Alessandria e allora inevitabile pensare alla sfida di ieri con il Milan (“era giusto che non giocassi. In campo, ieri, doveva esserci chi quella semifinale se l’è guadagnata. Per me stare anche solo seduto sulle panchine dell’Olimpico di Torino è stata un’emozione”) e a quella futura con il Bassano. “Simone – ha chiuso il presidente Stefano Rosso – ti auguro un gran proseguio di stagione. Incanta e segna con tutti… ma non con il mio Bassano”!

Arrivederci Simone… alla prossima!