L’Orange 1 tenta il tris a Oderzo

0

BASSANO A CACCIA DELLA PRIMA VITTORIA IN TRASFERTA

Dopo tre sconfitte di fila, due successi consecutivi. La domanda sorge spontanea: qual’è il vero Bassano? La prova di Oderzo è quella perfetta per scoprirlo, perché gli opitergini di coach Teso in classifica hanno due punti in più dei giallorossi e sono una delle squadre più esperte del girone, con giocatori dai trascorsi anche in serie A.

I punti di forza sono sicuramente sotto canestro, dove la coppia Basei-Raminelli è forse la migliore assortita del torneo: il primo sforna mediamente 18 punti e 10 rimbalzi, il secondo fa poco peggio con 12 + 7 a partita. Grande esperienza anche sul perimetro, dove Causin fattura 16 punti a gara e Palombita ne aggiunge 14, oltre a 6 assist che ne fanno uno dei migliori passatori del campionato. Da play evoluisce Elia Crestani, buon tiratore ex Marostica e Padova, che si alterna con tridente sui portatori di palla avversari.

Unico limite dei trevigiani è  una panchina non profondissima, che unita all’età media non verdissima dei titolari potrebbe rivelarsi uno svantaggio, ma è certo che se lasciati giocare a piacimento Palombita e compagni conoscono mille modi diversi per fare canestro.

Toccherà all’ Orange1 mettere qualche granellino di sabbia nell’ingranaggio offensivo trevigiano, provando magari ad alzare i ritmi per non dover attaccare sempre a difesa schierata, dove i maggiori chili e centimetri potrebbero costituire un problema per la Mattioli band, alla ricerca della prima vittoria stagionale in trasferta.

(In collaborazione con l’Ufficio Stampa del Basket Bassano)