Asiago battuto dai Lupi. All’Odegar è 4-2 per il Val Pusteria

0

RIENTRO DI CAMPIONATO AMARO PER GLI STELLATI

Il Val Pusteria espugna l’Odegar 4-2 in un match in cui l’Asiago paga un inizio di terzo tempo da dimenticare, durante il quale i Lupi allungano in maniera decisiva impedendo ai giallorossi di rientrare.

Coach Lefebvre rinuncia a Luciani per turnover, assenza alla quale si aggiungono quelle degli infortunati Miglioranzi e Lutz con il Val Pusteria del nuovo coach Kim Collins che si presenta invece al completo.

Primo tempo che si apre con due discese pericolose di Ulmer sul quale però Riksman è bravo a parare. La risposta dei Lupi non si fa attendere grazie a Maylan che a tu per tu con Carrozzi non riesce però a batterlo. Al nono minuto tocca invece a Tauber impegnare il goalie dei padroni di casa con lo stesso esito del compagno; al giro di boa del primo tempo rischia tantissimo l’Asiago quando nel giro di sessanta secondi Magnabosco e Ambrosi vengono spediti in panca puniti lasciando per quasi un minuto i compagni in 5 contro 3. Il Val Pusteria crea tanto, impegna Carrozzi ma non ne approfitta tanto che è l’Asiago ad essere più pericoloso con una discesa sulla sinistra di Bentivoglio fermata soltanto dal palo. Sul finale è Nigro ad insidiare nuovamente Riksman, seguito poi da Magnabosco il cui puck indirizzato all’incrocio dei pali è arpionato dal goalie pusterese. Non è da meno Carrozzi che su contropiede avversario si distende in maniera fulminea spedendo le due squadre al riposo sullo zero a zero.

In apertura di secondo periodo DeVergilio finisce in panca puniti ma non ne approfitta; Presti si invola sulla sinistra e Riksman smorza ma non blocca con il puck che gli passa tra i gambali finendo lentamente fuori; poco dopo, al terzo, è il Val Pusteria a sbloccare il risultato grazie a Tauber che da distanza ravvicinata ribadisce in rete un tiro di Hofer respinto inizialmente da Carrozzi. Presti e Benetti sono rapidi e veloci ma Riksman è ancora impeccabile; dall’altra parte serve l’ “instant replay” agli arbitri per capire che il puck rimbalzato tra Carrozzi e traversa non era entrato. Il raddoppio pusterese è però nell’aria e arriva puntuale al quarto d’ora. Scandella ruba il disco all’altezza della linea della propria porta e vola fin dall’altra parte servendo un puck geometrico che Erlacher deve solo spingere in rete. E’il goal che scuote gli uomini di Lefebvre: un minuto dopo infatti Magnabosco dalla destra imbecca Mike Sullivan sul fronte opposto; doppia finta del difensore giallorosso e tiro imparabile per il 2-1. Ulmer, Bentivoglio e Nigro provano a chiudere in parità il periodo centrale ma Riksman mantiene l’alto livello e anche il vantaggio con il quale si va al riposo.

La terza frazione si apre in maniera inaspettata perchè in tre minuti il Val Pusteria ne segna due. Prima la discesa di Hofer che libera DeVergilio per il 3-1, poi Helfer il cui slap dalla blu non lascia scampo a Carrozzi. La reazione dell’Asiago c’è ma per i primi minuti è disordinata. Poi al dodicesimo tocca a Stevan trasformare in rete una conclusione dalla blu. Sul 4-2 Marchetti, Benetti, Nigro e Iori ci provano ma Riksman abbassa la serranda e il risultato non cambia più, nemmeno quando Lefebvre decidere di togliere dal ghiaccio Carrozzi a due minuti dalla fine. Il Val Pusteria si chiude e tiene il risultato di 4-2 con il quale i Lupi espugnano l’Odegar. Sabato sarà immediata l’occasione per rifarsi con l’Asiago che andrà a far visita al Fassa.

Classifica: Rittner Buam 54, Val Pusteria 48, Vipiteno 43, Asiago Hockey 31, Valpellice 28, Fassa 26, Gherdeina 20, Cortina 17.

Asiago – Val Pusteria 2-4 (0-0, 1-2, 1-2)

Tabellino: 0-1 PUS 23.02, Lukas Tauber (Hofer); 0-2 PUS 34:53 Thomas Erlacher (Scandella, Elliscasis); 1-2 ASI 35:30, Mike Sullivan (Magnabosco, Nigro); 1-3 PUS 41:20, Kevin DeVergilio (Hofer); 1-4 PUS 42:54, Armin Helfer (Maylan, Elliscasis); 2-4 ASI 51:30 Michele Stevan (M. Tessari, Marchetti).

Formazione Asiago: Carrozzi (Tura), Sullivan M., Basso, Strazzabosco, Tessari N., Presti, Tessari M., Stevan, Casetti, Ulmer, Bentivoglio, Nigro, Marchetti, Ambrosi, Benetti, Iori, Pace, Magnabosco.

Formazione Val Pusteria: Riksman (Pichler), Oberrauch, Hofer, Scandella, Bona, Willeit, Schweitzer, Bouchard, Obermair, Erlacher, Althuber, Glira, Elliscasis, Andergassen, Maylan, DeVergilio, Helfer, Tauber, Kavanagh, Rizzo.