Niente riscatto: Bassano ostaggio del Mantova

0

AL MERCANTE FINISCE 0-1, SECONDA SCONFITTA PER I GIALLOROSSI

Qualcosa non sta funzionando, nelle ultime settimane, nel perfetto meccanismo giallorosso: al Mercante, contro il Mantova, l’undici di Sottili rimedia la seconda sconfitta consecutiva (la seconda dell’intera stagione), ma soprattutto dimostra di non essere più quella formazione cinica e determinata che avevamo conosciuto all’inizio di stagione. Finisce 0-1 con la rete realizzata nel secondo tempo da Gonzi, vera spina nel fianco, per tutti i 90’ della difesa giallorossa.
Serve una riflessione, non c’è dubbio, ma all’arco di Sottili le armi non mancano: nessuna tragedia dunque, perché il riscatto arrivi subito, già la prossima domenica con il Pavia.
La cronaca.
Sottili come annunciato, rimescola ancora una volta le carte, inserendo in difesa Stevanin, autore di un’ottima prova mercoledì in Coppa.
La prima azione è di marca giallorossa: all’ 8’ cross di Falzerano per la testa di Pietribiasi che spinge la palla tra le braccia di Bonato. La prima vera azione ospite arriva al13’ con Gonzi che, dalla distanza cerca di sorprendere Rossi. Bassano si fa pericoloso al 20’ quando un cross basso di Stevanin raggiunge Petribiasi: il Condor di prima intenzione colpisce sicuro, ma è bravo Bonato a deviare in corner. Ancora un cross di Stevanin regala, al 27’, una buona occasione a Falzerano, ma è un minuto dopo che i giallorossi si fanno davvero pericolosi con Iocolano che costringe l’estremo biancorosso ad un intervento appena sotto la traversa.
Al 28’ arriva già la prima sostituzione: il Mantova è costretto a rinunciare al capitano Caridi, infortunato, sostituito con Zammarin.
Dopo il 30’ Il Mantova avanza la sua manovra e per due volte Rossi è chiamato a chiudere lo specchio della porta da incursioni degli avversari a pochi passi dalla sua porta.
La reazione giallorossa arriva al 38’: doppio passo di Candido che tenta l’affondo in area ma è brava la difesa mantovana a stringere gli spazi al numero 10 bassanese e il minuto dopo è Proietti che tenta dalla distanza su assist di Falzerano. Sulla respinta però è ancora una volta Gonzi, il più pericoloso dei suoi, a tentare l’assalto alla porta difesa da Rossi con un missile dalla distanza che scavalca di poco la traversa. Si va al riposo sullo 0-0.

Si torna in campo a formazioni invariate e il Bassano parte a tutta creando occasioni a ripetizione come al 3’ quando Candido dal limite dell’area colpisce di destro a rientrare ma Bonato è bravo Bonato a respingere con i pugni. Ma bastano meno di 10 minuti al Mantova per prendere in mano le redini del gioco e farsi pericoloso con il solito, incontenibile, Gonzi.
Al 20’ Sottili cambia le carte in tavola: esce Falzerano per Bolzan, mentre Germinale prende il posto di Piertribiasi. Nemmeno il tempo di trovare un nuovo assetto e i bassanesi subiscono il vantaggio ospite: al 25’ Gonzi riceve da Zammarini e solo davanti a Rossi non fallisce per la gioia dei 60 arrivati da Mantova.
Al 28’ il Bassano tenta l’ultima carta e butta nella mischia Michael Fabbro al posto di Candido e l’ex ragazzino terribile del Milan ci prova ad impensierire la difesa biancorossa ma senza risultato.
Per i giallorossi arriva la seconda sconfitta in campionato, la seconda nelle ultime due giornate dopo quella rimediata a Pordenone. Il meccanismo non si è rotto, ma qualcosa di certo si è incrinato nel gioco virtussino. Sottili dovrà correre ai ripari in fretta: tra sette giorni i giallorossi avranno un’altra trasferta impegnativa: sabato alle 15 li attende il campo di Pavia.