L’Orange 1 a Mestre per cercare conferme

0

GLI UOMINI DI MATTIOLI SFIDANO VERRI E COMPAGNI

Non si è ancora spenta l’eco della bella vittoria contro Caorle, che in casa Orange1 è già tempo di pensare alla sfida di domenica a Mestre. Prima però un paio di considerazioni sulla prestazione del Palangarano, dove la Mattioli band ha giocato veramente di squadra come testimonia la distribuzione dei tiri in attacco. Altro dato interessante è quello relativo ai punti segnati in area dai giallorossi, ben 32: e quando riesci ad alternare tiri ravvicinati a conclusioni perimetrali significa che il tuo attacco è equilibrato e sei ben disposto in campo, come conferma anche la transizione difensiva che nel secondo tempo ha tolto a Caorle quei facili canestri in contropiede che nel primo tempo avevano consentito ai veneziani di stare in partita.

All’orizzonte si profila ora la delicata trasferta contro Mestre, team appaiato ai bassanesi in classifica: la squadra di Toffanin ha nell’asse Pascon-Verri il suo punto di forza: il primo è un play veloce e intelligente, dotato di un buon tiro da fuori, visto anche a Roncade in serie B. Verri, lungo dinamico, è un giocatore ‘verticale’ a sua volta espertissimo del campionato di serie B, dove ha militato fino alla scorsa stagione. Suo compagno di reparto è il senegalese Mbaye, atleta straordinario che però in questo primo scorcio di torneo ha avuto qualche problemino fisico di troppo. Occhio anche all’ala Prete ed al giovane Lenti Ceo, due dei migliori per quanto visto finora.

Bassano arriva un po’ incerottata a questo appuntamento, con Morelli e Salvato ancora indisponibili in aggiunta al ‘lungodegente’ Zonta e rotazioni un po’ più complicate per Mattioli e Piotto, soprattutto nel reparto-esterni. Toccherà allora ai vari Sorato, Bortoli e Meneghin dimostrare di poter tranquillamente ‘dire la loro’ in questo campionato.

(A cura dell’Ufficio Stampa Basket Bassano)