Asiago vince all’overtime. Il Fassa si inchina a Bentivoglio

0

AGGANCIO AL QUARTO POSTO IN CLASSIFICA

(Comunicato ufficiale Asiago Hockey) – E’un Asiago che soffre nel terzo periodo ma rialza subito la testa quello che vince all’overtime per 3-2 contro il Fassa. Di Sean Bentivoglio, top scorer giallorosso, il goal vittoria; un goal che regala gioia ai supporter dell’Odegar e due punti importanti all’Asiago che in classifica sale a 26 punti agganciando proprio i “falchi”.

L’Asiago parte bene e passa in vantaggio già dopo tre minuti in superiorità numerica. Luciani e Bentivoglio costruiscono alle spalle di Tragust servendo un puck sul quale si fionda Ulmer a bucare la gabbia del Fassa. L’azione scuote i falchi che si presentano tre volte davanti a Carrozzi; l’azione più pericolosa gli ospiti la costruiscono con la complicità della difesa di casa che lascia Felicetti libero di colpire di fronte al goalie di casa. Carrozzi però è attento, così come è attento poco dopo Tragust su un’incursione centrale di Luciani. Ed è il numero 13 asiaghese al minuto 9.29 ad insistere sulla destra del fronte d’attacco; la difesa ospite va in affanno, Mirco Presti ci prova, Anthony Nigro ci riesce con il portiere del Fassa che nulla può, concedendo un ghiotto rebound sul quale il numero 21 di casa è letale. A sei minuti dal riposo Casetti viene spedito in panca puniti per sgambetto ma Lepine e compagni non riescono ad approfittare del powerplay e al riposo si va sul 2-0.

Seconda frazione vivace ma le gabbie restano inviolate. Lutz al quinto impegna Tragust che deve ripetersi poco più tardi su ben due tentativi asiaghesi. A 5.40 dal termine è ancora l’Asiago a presentarsi in maniera pericolosa di fronte al goalie avversario che si supera ad una manciata di minuti dal termine quando annienta un tiro di Bentivoglio. Il numero 19 giallorosso gli si presenta davanti mettendolo prima a sedere e poi, addirittura, disteso. Ma è da qui che il goalie fassano compie il miracolo alzando il gambale mantenendo inviolata la propria porta. Un secondo tempo durante il quale il Fassa si presenta raramente, e senza pungere, di fronte a Carrozzi impegnato in venti minuti di ordinaria amministrazione.

Tutt’altro che ordinario è invece il terzo periodo con il Fassa che rialza la testa e torna in partita. Vaskivuo scalda Carrozzi dopo due minuti sfruttando una situazione di powerplay con Ulmer in panca puniti. Anche Tragust è chiamato in causa a dire di “No” a Bentivoglio ben innescato da Magnabosco due minuti d’orologio più tardi. Il Fassa insiste, Lee è velenoso, Gilmozzi lo è ancor di più al 5.46 quando riesce a battere Carrozzi spedendo in gabbia un puck perso a pochi passi dalla porta. L’Asiago risente del colpo ma prova comunque a reagire trovando con Luciani e Presti l’ennesima grande occasione e l’altrettanto grande risposta di Tragust. Lepine al 12.41 pareggia il conto in superiorità numerica, i giallorossi perdono per un attimo orientamento e disco in zona difensiva poco dopo; un’azione sulla quale il Fassa non è concreto al punto giusto portando il match all’overtime.

Qui non c’è nemmeno il tempo di iniziare che la sfida si chiude. L’Asiago recupera un disco in difesa, Lutz invia a Pace un disco che a sua volta fionda sulla stecca di Bentivoglio abile stavolta a superare Tragust. All’Odegar finisce 3-2 per l’Asiago al termine dell’overtime.

Questi gli altri risultati della serata: Gherdeina-Val Pusteria 1-5; Cortina-Vipiteno 3-4; Valpellice-Rittner Buam 4-5 OT.

Classifica: Rittner Buam 51, Val Pusteria 44, Vipiteno 37, Asiago Hockey 26, Fassa 26, Valpellice 21, Gherdeina 17, Cortina 14.

Asiago Hockey – Fassa Falcons 2-3 (OT, 2-0, 0-0, 0-2, 1-0)

Marcatori: 3:08, 1-0 Asiago in superiorità numerica; Ulmer (Bentivoglio, Nigro). 9.29, 2-0 Asiago; Nigro (Presti, Luciani). 45.46, 2-1 Fassa; Gilmozzi (Da Tos, Bernard). 52.41, 2-2 Fassa in superiorità numerica; Felicetti (Monferone, Lepine). 61.05 OT 3-2 Asiago; Bentivoglio (Pace, Lutz).

Formazione Asiago: Carrozzi (Tura); Sullivan D., Basso, Strazzabosco, Tessari N., Presti, Luciani, Tessari M., Stevan, Casetti, Ulmer, Bentivoglio, Nigro, Marchetti, Lutz, Ambrosi, Benetti, Tura, Pace, Magnabosco.

Formazione Fassa: Tragust (Scola); Valeruz, Gilmozzi, Lorenzi, Felicetti, Costantin, Bernard, Dantone, Marchetti, Vaskivuo, Marzolini, Lepine, Dantone, Sottsas, Castlunger, Vas, Da Tos, Lee, Ganz, Monferone.