Ad Asiago arriva il Valpellice. Leoni pronti a ruggire.

0

DOPO IL 6-3 CONTRO CORTINA, GIALLOROSSI A CACCIA DI CONFERME

L’Asiago Hockey torna sul ghiaccio dell’Odegar dove domani, a partire dalle 20.30, affronterà il Valpellice nell’ultimo incontro di regular season prima del weekend di Continental Cup in programma sempre ad Asiago tra il 20 e il 22 novembre (attesi in Altopiano i danesi dell’Herning Blue Fox, i kazaki dello Yertis Pavlodar e i lettoni dell’HK Mogo Riga).

Salutare momentaneamente il campionato con un buon risultato è l’imperativo per gli uomini di Patrice Lefebvre che in classifica sono al quinto posto con 20 punti, uno in più proprio del Valpellice che nell’ultima giornata di campionato ha perso di un soffio (2-1, dopo ben 22 tiri di rigore) contro il Gherdeina. Asiago invece reduce dalla confortante vittoria contro il Cortina dell’ex John Parco; un 6-3 maturato al termine di un match tirato e nel quale i giallorossi sono stati bravi a reagire all’iniziale svantaggio di 2 reti a 0.

Le note positive dell’incontro con gli ampezzani, e di conseguenza quelle dalle quali si partirà anche domani sera per provare a battere il Valpellice, sono principalmente due: il carattere ritrovato, con la capacità di tornare in vantaggio dopo l’inizio poco felice, e il grande stato di forma con il quale Diego Iori è rientrato dall’infortunio con tanto di tre goal messi a segno in un unico match.

“Gol importanti, ma sono queste le cose che dobbiamo fare soprattutto davanti alla porta avversaria – spiega Patrice Lefebvre – contro il Rittner Buam avevamo concesso due goal facili agli avversari, il tutto per errori evitabili. Contro Cortina siamo stati un po’più attenti e i risultati si sono visti. Ma dobbiamo comunque crescere ancora.”

Occhio al Valpellice, che ad Asiago arriva con il nuovo allenatore Tom Barrasso (ex stella NHL e assistant coach con i Carolina Hurricanes (NHL), Metallurg Magnitogorsk e Slovan Bratislava (KHL)) e che probabilmente manderà sul ghiaccio per il debutto stagionale in serie A Davide Nicoletti: rimasto a guardare nel ko contro il Gherdeina a causa del jetlag, Nicoletti ha sfiorato Asiago nel 2012 e ha vinto l’EBEL in maglia Bolzano nel 2014, il tutto accompagnato da presenze con il Pontebba ma anche in alcune leghe minori nordamericane. Ma Valpellice è anche sinonimo di buon collettivo (ben 13 sono i giocatori andati in goal fino ad ora, Petrov e Della Rovere i migliori con cinque centri ciascuno). In casa Asiago sale il morale dopo la vittoria contro Cortina, ma Lefebvre chiama tutti alla calma. Magnabosco e Miglioranzi rimangono fermi ai box, Anthony Luciani arriverà per la Continental Cup e quindi sul ghiaccio spazio al consolidato gruppo giallorosso.

Le altre sfide della diciassettesima giornata si giocheranno tra giovedì, venerdì e sabato. Domani quindi Asiago-Valpellice, giovedì invece spazio a Vipiteno-Gherdeina e Fassa-Cortina; venerdì sarà la volta di Val Pusteria-Rittner Buam.

Classifica dopo 16 giornate: Rittner Buam 42, Val Pusteria 35, Vipiteno 29, Fassa Falcons 21, Asiago 20, Valpellice 19, Gherdeina 14, Cortina 12.

Si ringrazia per la collaborazione Ufficio Stampa Asiago Hockey 1935. Foto di Roberta Strazzabosco