In 9 e con il cuore Bassano conquista un punto col Giana

0

FINISCE 2-2, RETI GIALLOROSSE DI IOCO E GERMINALE. ESPULSI DAVI’ E PROIETTI

“Col Giana sarà una partita particolare“. Lo aveva detto, solo ieri, Sottili. Manco se lo sentisse che a Gorgonzola sarebbe stata una battaglia, senza esclusione di colpi. Una battaglia che ancora una volta,però, ha permesso di mettere in luce una caratteristica assoluta di questo Bassano: la volontà di non mollare mai. Nemmeno quando capita di finire la partita in 9,  dovendo recuperare per due volte lo svantaggio e  subendo un gol (pure dubbio) all’85’.

Anche quando gambe e fiato sono meno intensi del solito i giallorossi non perdono la calma, continuano a macinare gioco e grazie ad un tasso tecnico superiore a quello dell’avversario conquistano un punto meritato, quello che permette ai bassanesi di restare in vetta alla classifica e di mantenere l’imbattibilità stagionale.

La cronaca:

RETI: pt 27’ Rossini, 38’ Iocolano, st’ 85 Romanini, 90’ Germinale (rig)

Giana Erminio (4-3-2-1): Paleari; Perico, Bonalumi, Montesano, Solerio; Pinto, Biraghi, Augello; Rossini, Cogliati; Bruno. All. Albè. 

Bassano Virtus (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Barison, Bizzotto, Stevanin; Davì, Proietti; Falzerano, Misuraca, Iocolano; Pietribiasi.

Arbitro: Sig. Bichiseccchi di Livorno

NOTE: Ammoniti Biraghi, Proietti, Iocolano, Pinto, Misuraca, Bonalumi. Espulso Davì per doppia ammonizione al 46’ pt, Proietti al 87’.

La prima occasione è per i padroni di casa: all’11’  su un corner dalla sinistra, la palla arriva a Bonalumi che prova una deviazione al volo in acrobazia, ma la palla esce di poco a lato. E’ bravo per due volte Rossi, invece, al 16′ quando esce bene con i pugni su Augello e al 18′ quando da un altro cross Rossini tenta la deviazione di testa.  E’ solo questione di minuti perché il Giana arrivi al gol: al 27′ un pasticcio della difesa giallorossa libera Rossini che a porta vuota non può sbagliare.

Il Bassano cerca di mantenere la calma e costruire gioco così al 38‘ arriva il pari in contropiede: Misuraca serve Iocolano che solo davanti a Paleari non sbaglia e realizza la terza rete personale in questo campionato. Prima di andare al riposo, a tempo già scaduto, arriva l’espulsione di Davì che costringe i giallorossi ad affrontare in 10 tutto il secondo tempo.

Si torna in campo sull’1-1 e il Giana sfiora il pari al 55′ con una girata al volo di Bruno dal limite, che si stampa sul palo. Sottili cambia Falzerano per Cenetti,  Germinale per Pietribiasi e Fabbro per Iocolano.  All’85‘ arriva il raddoppio dei lombardi: cross dalla sinistra,  Bruno impatta e Rossi respinge, ma sulla palla si avventa Romanini che insacca per il momentaneo 2-1 tra le proteste giallorosse che costano l’espulsione a Proietti. Bassano resta in  9 ma non molla. Così all’89′ Fabbro si procura un rigore che Germinale non fallisce per il definitivo 2-2.

I virtussini mantengono la vetta a 14 punti e tra 7 giorni attendono al Mercante la sfida con l’Alessandria (in campo alle 15).