Debutto casalingo dell’Orange 1: contro Trieste per dimenticare Tarcento

0

GIALLOROSSI IN CAMPO ALLE 18

In campo per dimenticare Tarcento. I ragazzi di coach Mattioli debuttano domani al Palangarano contro la formazione dello Jadran Trieste e con la voglia di cercare riscatto dopo la debacle di Tarcento.

Lo Jadran Trieste è retrocesso lo scorso anno dalla serie B, mantenendo quasi inalterata l’ossatura della squadra ed impreziosendola non poco con l’ingaggio di Stanko Raijcic, lungo prelevato dalla seconda divisione slovena che in pre-campionato ha già dimostrato di avere un’ottima mano, anche da tre punti.

A dargli man forte sotto canestro il confermatissimo De Petris, e di assoluto valore, per la serie C, anche la coppia di piccoli formata dal play Daniel Batich  e dal tiratore Borut Ban, due anni fa assoluto protagonista di quella che allora si chiamava DNC. Assente all’esordio invece l’altra ala Sasa Malalan, che a ranghi completi dovrebbe integrare il quintetto a disposizione di coach Mura.

Ostacolo quindi non semplicissimo da affrontare per Gallea e compagni, sia per l’esperienza del quintetto sia per la fisicità che da sempre caratterizza la squadra triestina. Bassano, insomma, avrà bisogno del miglior apporto di tutti i suoi senior, e di prestazioni perfetta dei suoi under.

Ecco le dichiarazioni pre-partita di Oleksandr Kushchev:

jdshdj

(si ringrazia l’Ufficio Stampa del Basket Bassano per la collaborazione)