Rally Città di Bassano: testa a testa Costenaro – Dal Ponte

0

IL RACCONTO DELLE PRIME 4 PROVE SPECIALI

Al momento in cui scriviamo (sono le 17.10) è iniziata la sesta prova speciale di questo 32° Rally Città di Bassano, la seconda di Valstagna. Al comando Giacomo Costenaro, davanti a Dal Ponte e Piccolotto. Un’edizione estremamente selettiva se è vero che dopo 4 prove sono rimasti in gara 99 equipaggi dei 137 verificati e ammessi alla partenza. Già ritirati due de favoriti della vigilia: Oriella (vincitore delle ultime due edizioni) e Spagolla.

La gara, dunque, prosegue ma ecco nel racconto di Giorgia Del Zotto (ufficio stampa della competizione) le prime quattro speciali di giornata:

P.S. 1 – “CAVALLETTO” km 14,98

Pronti via e già i colpi di scena sono numerosi. “Battezza” le prestazioni sfortunate Paolo Oriella (n°1) che esce dalla prova lamentando una copiosa perdita di olio dal cambio, seguito da Mauro Spagolla (n°4) che invece ha rotto un semiasse. Uscita di strada per il n°6 Davide Pellizzari  mentre Tolfo (n° 10) rompe la leva del cambio. Ritiro per noie meccaniche per Antonio Forato n° 32. Adriano Lovisetto (n° 11) invece non è nemmeno uscito dal riordino notturno e quindi non ha preso il via.  Per la cronaca invece, Andrea Dal Ponte (n° 3) fa registrare il miglior tempo, 9’12”8, davanti a Giacomo Costenaro (n° 5) staccato di 3”5 e Eddie Sciessere (n° 2) a 7”3. Degna di nota la prestazione di Paolo Benvenuti (n°73) che con la piccola Renault Twingo R2 fa segnare addirittura il decimo tempo assoluto.

P.S. 2 – “VALSTAGNA” km 11,55

La prova è ad appannaggio di Giacomo Costenaro che risulta il più veloce con un tempo di 7’58”0 davanti a Oriella e Dal Ponte e passa così a condurre nella classifica generale con un vantaggio di 1”9 su Dal Ponte e 12 secondi su Sciessere. Quarto è Oriella, poi Piccolotto. Spagolla entra in prova dopo il n° 8 e ne esce successivamente con un ritardo di poco inferiore ai dieci minuti. Sembra che nell’urtare un grosso sasso abbia danneggiato irrimediabilmente il cambio. La prova viene temporaneamente sospesa a seguito della violenta uscita di strada dell’equipaggio n° 35 Fatichi- Pollini per far intervenire l’ambulanza; solo lievi contusioni lamentate dal pilota e dal navigatore, tanto che la prova riparte pochi minuti dopo.

P.S. 3 – “CAMPO CROCE” km 14,99

Quando ci si avvia ad affrontare le ultime due prove del primo giro giungono ancora notizie di ritiri eccellenti. Allo start della prova di Campo Croce infatti non si presenta Oriella causa rottura del motore. Problemi di frizione invece fermano Sciessere al parco assistenza, così come Spagolla decide per il ritiro dopo i danni patiti su Valstagna. Fermo anche Tolfo che non è riuscito a porre rimedi alla rottura del cambio patita sul primo tratto cronometrato. Ritiro anche per Bosco (n°25). La gara comunque si sta facendo interessante con un duello decisamente ravvicinato tra Costenaro e Dal Ponte, che si aggiudica il successo parziale. Tra i due infatti il distacco è di soli 3 decimi a favore del marosticense. Segue, sia nella classifica di prova, che nella generale Michele Piccolotto. Il tedesco Manuel Koesler (n° 20) comanda la classe R4 occupa la quarta piazza assoluta davanti a Ezio Soppa (n° 22) leader della classe N4. Costretto alla resa per il cambio bloccato Romano Parolin (n° 28), mentre noie al motore fermano Robert Surtmann (n° 30).

P.S. 4 – “MONTEGRAPPA” km 8,58

Guizzo di Costenaro che si aggiudica la prova e incrementa il proprio vantaggio, che rimane comunque esiguo, su Dal Ponte. I due ora sono staccati da 1”9 quando siamo esattamente a metà gara e quindi tutto può succedere. Alle loro spalle Piccolotto staccato già di quasi mezzo minuto. Soppa affronta la prova con cautela visto che ha forato sul trasferimento che porta allo start e avendo una sola gomma di scorta bada a non correre rischi che potrebbero compromettere la sua gara. Continua la bella gara di Benvenuti, ancora decimo assoluto e quella di Tobia Gheno, nono assoluto e leader provvisorio nella classe R3C.