Bassano ci crede e diventa sempre più compatta. Domani Renate, big match da brividi

0

E’tutto pronto per il primo dei tre big match che da qui alla fine del campionato caratterizzeranno i prossimi weekend del Bassano Virtus. Domani al Mercante a partire dalle 14.30 arriva la bestia nera Renate, match presentato in conferenza stampa oggi con l’intervento della società, dell’amministrazione comunale e dei commercianti cittadini in una sorta di unità d’intenti verso l’obiettivo al momento innominabile.

Ma per salire in quella serie che scaramanticamente non pronunciamo ma che si trova tra la A e la C sarebbe meglio vincerle tutte, indipendentemente da bestie nere, pecore bianche, coccodrilli verdi e coccinelle rosse.

Avanti tutta risuona in città. E i giallorossi guidati da Asta, già comunque straordinari per quanto stato fatto fin qui, proveranno in tutti i modi a mettere le mani su un risultato che ad inizio stagione non era certo negli obiettivi principali, né forse nei sogni del più ottimista dei tifosi. Ma si sa, il lavoro paga, la costanza e la tenacia pure e allora a tre giornate dalla fine meglio provarci. Stasera i giallorossi saranno in “ritiro” con Asta che ha deciso di radunare la squadra in un hotel cittadino, compattando il gruppo ulteriormente e facendo squadra ancor di più. Prima della buonanotte Iocolano e compagni saranno in passeggiata tra le piazze di Bassano capitanati anche stavolta dal mister che così ha deciso di affrontare la vigilia di una delle partite più importanti della stagione. Poi tutti a nanna e domani, dalle 14.30, spazio al calcio giocato e ad un match importantissimo.

Oggi il Sindaco Riccardo Poletto, il vicesindaco Roberto Campagnolo, il Presidente dei Commercianti bassanesi Nico Cattarin e il Direttore Generale Werner Seeber hanno puntellato l’alleanza tra squadra e istituzioni iniziando a colorare di giallorosso l’intera città. Domani dal punto di vista tecnico mancheranno Semenzato e Iocolano sostituiti prontamente da Stevanin e Cattaneo. Tra i dubbi sulla formazione rimangono in ballottaggio Proietti-Davì e Zanella-Bizzotto.

Indipendentemente da chi giocherà, comunque, domani in campo ci sarà tutta Bassano. Undici giocatori a concretizzare le speranze e le ambizioni di migliaia di persone, ben più dei 40mila abitanti bassanesi. Perché questa squadra ha fatto innamorare tanta altra gente. E allora, caro Renate, l’augurio è che la tua corsa alla salvezza inizi, ma non da questo sabato…dalla prossima settimana.