Si chiude in festa il 2014 per l’Asiago Hockey e per Lucio Topatigh

0

ASIAGO VINCENTE E IN FESTA PER LUCIO TOPATIGH

L’Asiago Hockey 1935 ha vinto l’ultima partita casalinga del 2014 imponendosi per 3 reti a 1 sui Campioni d’Italia del Rittner Buam. Partita equilibrata e aperta, vinta con merito dall’Asiago che ha sfruttato meglio le occasioni avute e gestito con maggior efficacia la fase difensiva, sempre ordinata e mai in affanno davanti a un Vincenzo Marozzi sempre attento e sicuro.

Prima del face-off d’inizio la cerimonia del ritiro della maglia numero 27 di Lucio Topatigh, accolto, assieme alla famiglia, sul ghiaccio dal Presidente dell’Asiago Piercarlo Mantovani assieme a numerose autorità fra cui il Presidente della FISG Andrea Gios, il Sindaco di Asiago Roberto Rigoni, l’Assessore allo Sport Franco Sella, l’Assessore della Regione Veneto Elena Donazzan, ex compagni e giovani atleti del settore giovanile. Dopo aver ripercorso con i numeri la lunghissima carriera del Falco di Gallio è stata issata la maglia 27 al fianco della 5 di Darcy Robinson, unica altra casacca ritirata dalla società prima di quella di Topatigh.

Renon che si presenta all’Odegar senza gli infortunati Scelfo, Rismiller e Tauferer e lo squalificato Rismiller. Nell’Asiago tornano Matteo Tessari e Pace, ancora fuori Olivero con i lungodegenti Andrea e Michele Strazzabosco. Primo tempo non esaltante e chiuso meritatamente in vantaggio dall’Asiago. Al 5’, discesa sulla sinistra di Bentivoglio, assist centrale per Ulmer che al volo devia sul primo palo dove Weinhandl si lascia colpevolmente infilare. Seconda frazione più vivace. Eisath pareggia con un tiro deviato davanti a Marozzi che il portiere dell’Asiago non può intercettare. Il nuovo vantaggio è pressoché immediato: Marchetti, al 24’, conclude dalla blu e il fendente, angolato e teso, gonfia la rete altoatesina. Poi arrivano anche le prime penalità (partita molto corretta) e il Renon si trova a dover fronteggiare una lunga doppia inferiorità numerica: Parco la gioca con cinque attaccanti e Carnevale la sfrutta con un tiro che si infila alle spalle di Weinhandl, portiere austriaco in prestito dal Klagenfurt. Al rientro dal penalty-box, Borgatello si ritrova solo davanti a Marozzi che lo neutralizza con la parata di gambale e la trattenuta del disco. Nel terzo tempo il Renon va a sprazzi ma il tentativo di rimonta è sempre poco incisivo; anche per merito di un Asiago che sa difendersi con ordine e che non fatica molto a contenere e a controllare il risultato fino al suono della sirena finale nonostante l’extra attacker buttato nella mischia da Raymond. Martedì 30 dicembre l’Asiago chiuderà l’anno solare con la difficile trasferta di Brunico, contro il Val Pusteria un altro impegnativo esame per gli stellati.

Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam                        3-1
Parziali: 1-0; 2-1; 0-0.

Asiago: Marozzi (Tura); Sullivan, Mattivi, Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham, Munari; Tessari N., Borrelli, Presti, Tessari M., Stevan, Ulmer, Bentivoglio, DeVergilio, Benetti, Iori, Pace, Carnevale, Magnabosco All.: John Parco.

Rittner Buam: Weinhandl (Fink); Ramsey, Ploner, Ambrosi, Borgatello, Gruber; Felicetti, Johansson, Alber, Kostner J., Eisath, Tudin, Spinell M., Kostner S., Daccordo, Quinz, Scelfo, Spinell T.. All.: Marty Raymond.

Arbitri: Cassol e Pianezze. Linesmen: Biacoli e Zatta.

Marcatori: 5’36” Ulmer (A), 21’48” Eisath (R), 24’09” Marchetti (A), 26’41” Carnevale (A-2PP).

Risultati della 25ª giornata di Serie A Itas Cup: Asiago-Rittner Buam 3-1, Milano-Gherdeina 2-0, Val Pusteria-Valpellice 7-2, Cortina-Appiano 5-4 RIG, Vipiteno-Fassa 4-1, Caldaro-Egna 0-1.

Classifica Master Round: Asiago 57, Val Pusteria 54, Rittner Buam 50, Valpellice 48, Milano 47, Gherdeina 36.

Classifica Playoff Round: Vipiteno 35, Cortina 34, Appiano 30, Egna 29, Fassa 20, Caldaro 10.

Comunicato ufficiale Asiago Hockey