Pirati ko all’Odegar. Asiago vince e scala la classifica

0

ASIAGO SUL GHIACCIO VINCENTE STASERA CONTRO I PIRATI

L’Asiago Hockey 1935 ha sconfitto all’Odegar l’Appiano con secco 4 a 0 e, con i tre punti ottenuti, scavalcato in classifica il Val Pusteria e il Renon, insediandosi in solitaria al secondo posto: ora, davanti agli stellati c’è solamente il Valpellice con una lunghezza di vantaggio. Una buona partita, che ha segnato un significativo passo in avanti rispetto alle due giocate in Coppa Italia contro il Milano; nel confronto, però, va tenuta in considerazione anche la diversa caratura tecnica delle ultime due squadre affrontate. Emergenza difensiva per coach John Parco che deve fare a meno, oltre ai lungodegenti Andrea e Michele Strazzabosco, di Sullivan e Miglioranzi; spazio allora a Gabri e a Munari, compagni di linea nella terza di difesa. In attacco si è rivisto Kevin DeVergilio, ancora non al meglio ma già nel vivo della manovra. Debutto assoluto, condito dal gol a porta vuota che ha chiuso il tabellino, per Tayler Carnevale, schierato nel primo blocco con Ulmer e Bentivoglio nel, per lui insolito, ruolo di ala. L’Appiano ha pagato la partenza ad handicap dei primi dieci minuti della partita, dopo il terzo gol incassato, Patrice Lefebvre ha chiamato time-out per registrare i reparti e da allora i Pirati non hanno sfigurato, pur concedendo a Borrelli e soci il piglio e l’iniziativa del gioco per gran parte della partita, condotta in porto senza particolari preoccupazioni dai giallorossi. Avvio veemente dei padroni di casa che nei primi dieci minuti di gioco mettono una seria ipoteca sul risultato finale: Matteo Tessari e Carnevale sfiorano il gol del vantaggio, centrato, al 5’, da Bentivoglio, ben smarcato sotto porta da Ulmer. Al 9’, veloce transizione fra Magnabosco e Presti, il triangolo si chiude con il tocco in back di Magnabosco che batte per la seconda volta Vallini. Pochi secondi e Borrelli cala il mortifero tris che costringe al time-out Lefebvre. L’Appiano si ricompatta ma in avanti e davvero poco incisivo per far male a un Asiago ordinato. La partita offre buoni spunti tecnici e anche le occasioni non mancano. Alla fine saranno 35 i tiri verso la porta altoatesina contro i 20 neutralizzati da Marozzi che si guadagna un bel shutout. Nel finale il gol a porta vuota (il primo in maglia Asiago) di Carnevale che arrotonda il risultato, con le sorti del match già decise da tempo. Durante il primo intervallo, davanti alle telecamere di Rai Sport, il sorteggio della Final Four di Coppa Italia (al Palagoràdi  Milano il 24 e 25 gennaio 2015), le semifinali saranno: Val Pusteria-Rittner Buam e Milano-Valpellice. Ora l’Asiago si prepara alla trasferta di sabato che lo porterà in Val Gardena per sfidare i padroni di casa (stasera giustizieri del Val Pusteria) in un incontro tutt’altro che facile.

Asiago Hockey 1935 – Appiano                         4-0
Parziali: 3-0; 0-0; 1-0.

Asiago: Marozzi (Mantovani E.); Mattivi, Gabri, Munari, Casetti, Marchetti, Hotham; Tessari N., Borrelli, Presti, Pace, Tessari M., Iori, Ulmer, Bentivoglio, DeVergilio, Benetti, Olivero, Magnabosco. All.: John Parco.

Appiano: Valini (Grossgasteiger); Stimpfl, Ebner F., Beber, Ebner, Ceresa, Eisenstecken, Messner; Hazen, Unterkofler, Platter, Waldner, Vallerand, Raffeiner, Jaltner P., Von Payr, Peruzzo, Ebner T., Jaltner A.. All.: Patrice Lefebvre.

Arbitri: Loreggia e Soraperra. Linesmen: Basso e C. Cristeli.

Marcatori: 5’23” Bentivoglio (As), 9’18” Magnabosco (As), 9’50” Borrelli (As), 59’06” Carnevale (As-ENG).

Risultati della 19ª giornata di Serie A Itas Cup: Asiago-Appiano 4-0, Fassa-Egna 1-2 RIG, Valpellice-Rittner Buam 5-1, Val Pusteria-Gherdeina 0-2, Vipiteno-Milano 2-4, Caldaro-Cortina 2-5.

Classifica: Valpellice 43, Asiago 42, Milano, Val Pusteria e Rittner Buam 40, Gherdeina 31, Vipiteno 24, Appiano e Cortina 23, Egna 16, Fassa 13, Caldaro 7.

Comunicato Asiago Hockey