Pantere letali. A Renate il Bassano va ko al novantesimo

0

INCREDIBILE KO PER IL BASSANO. A RENATE VINCONO LE PANTERE

Renate si conferma la bestia nera del Bassano e non solo perchè il simbolo dei brianzoli è la pantera. Anche stavolta, come da due anni a questa parte, i giallorossi combattono, lottano, ma alla fine a vincere sono gli avversari.

Il 2-1 per i padroni di casa arriva in maniera più che beffarda e al novantesimo, dopo che la squadra di Asta era passata in vantaggio al 35esimo del primo tempo facendosi riprendere sul pari ad un quarto d’ora dal triplice fischio.

L’inizio per il Bassano è buono con una prima mezz’ora di tentativi verso la porta difesa da Cincilla che non sortiscono effetti. Al 35esimo però è Pietribiasi a portare in vantaggio i giallorossi; corner di Nolè, il “condor” si libera della marcatura avversaria e fa partire un diagonale di sinistro sul quale nessuno riesce ad intervenire. Sull’1-0 per il Bassano il Renate prova a reagire ma Rossi rimane inoperoso, la difesa si chiude bene e senza troppi sussulti gli uomini di Asta trovano il riposo chiudendo in vantaggio.

Nella ripresa il Renate getta nella mischia Scaccabarozzi, lasciato in panchina a sorpresa ed è proprio il neoentrato costringe la difesa a respingere un tiro velenoso dopo un minuto di gioco; poi tocca a Cocuzza calciare verso la porta di Rossi un pallone sul quale il portiere del Bassano non ha problemi. In casa Renate ulteriore girandola di cambi con Florian che prende il posto di Spampatti al minuto 67 e cambia in maniera inesorabile il match. Cinque minuti dopo è infatti Florian ad insaccare di testa su corner di Scaccabarozzi. Bassano subisce il colpo, Nolè si fa espellere per proteste a dieci minuti dal novantesimo e la situazione si fa ancor più difficile. Rossi e Cincilla si distendono a blindare il pareggio fino a quando l’ennesimo corner di Scaccabarozzi trova un Bassano nuovamente impreparato in difesa. A svettare di testa nel modo migliore è Cocuzza che batte Rossi e allo scadere regala la vittoria al Renate.

Pantere letali e mai dome, Bassano sorpreso in extremis. L’occasione per rifarsi arriverà già mercoledì, in esterna, per il recupero con l’Alessandria a partire dalle 18. Oggi però c’è da mangiarsi le mani e forse anche qualcosina di più. Peccato.