Prova del nove per i rossogialli: al Palangarano arriva Monfalcone

0

SFIDA AI SECONDI DELLA CLASSE

Reduce dall’ottima vittoria di Caorle, la seconda consecutiva, il  Basket Bassano Orange 1 è atteso domenica da una prova tutt’altro che semplice. In riva al Brenta scenderà, infatti, la seconda della classe, il Monfalcone, deciso a non lasciar scappare la capolista Vicenza, prima a punteggio pieno.

Coach Campagnolo, cosa si aspetta dalla sfida con Monfalcone?

 “Quella con i friulani, per noi, è la prova del nove, perché una vittoria allungherebbe la striscia positiva e ci darebbe enorme fiducia”.

Intanto, la scorsa domenica si è visto un buon Bassano…

“Si, contro Caorle abbiamo disputato una buona gara, concentrati dal primo minuto, non abbiamo perso la concentrazione nemmeno dopo falli discutibili. La vittoria è stata il risultato naturale del nostro gioco. Finora, quando abbiamo potuto allenarci bene ed insieme, abbiamo sempre centrato buone gare. Il segreto è la continuità di allenamento, continuerò sempre a ripeterlo”.

Che squadra è questo Monfalcone?

“Una grande squadra, che per di più gioca insieme da quattro anni. In regia hanno Aniello Laezza, un play di 41 anni capace di gestire il gioco come pochi in questa categoria. Sotto canestro posso vantare  forse il miglior lungo del campionato, Colli, che di media infila 20 punti a partita: posso dire che stanno esprimendo il miglior basket del campionato in questo momento, ma non partiamo certo battuti, anzi”.

Voi, per contro vi affiderete al mix tra freschezza ed esperienza che caratterizza il vostro roster?

“I giovani stanno crescendo, ovviamente bisogna lasciar il tempo giusto a tutti, ma vedo un Bassano che sta provando a correre, a migliorarsi, a giocare insieme. Ai ragazzi dico sempre che non importa chi gioca 30 o cinque minuti, serve una mano da tutti per portare a casa la vittoria. Se chi entra in campo ha lo spirito giusto, possiamo fare bene. Una delle nostre caratteristiche è quella di aver giocatori capaci di prendersi sulle spalle la squadra, che se il compagno è marcato possono fare la differenza: una partita può essere Croce, come Gorizia, poi è emerso il Gallo contro Caorle, abbiamo molti leader intercambiabili”.

Palla a 2, domenica 30 novembre, alle 18.