Il Bassano torna in vetta. Al Mercante è spettacolo e il Mantova va ko 3-1

0

MANTOVA SCONFITTO AL MERCANTE. E IL BASSANO VIRTUS TORNA CAPOLISTA

Bassano vince 3-1 contro un Mantova che contribuisce a rendere viva e avvincente la sfida del Mercante, caratterizzata da due rigori, tanti cartellini gialli e attacchi dinamici. E cosa non indifferente, la squadra di Asta torna solitaria in testa alla classifica con 25 punti, due in più rispetto a Como, Monza e Real Vicenza.

Il Mantova inizia subito bene con Novothny che al quinto minuto sfiora il palo sinistro della porta giallorossa. Semenzato al tredicesimo atterra in area Caridi ed è rigore: i virgiliani mandano sul dischetto Zanetti che non sbaglia e porta in vantaggio gli ospiti. La risposta però è immediata con Proietti che riceve, si accentra e assiste Pietribiasi il cui tiro rasoterra è imparabile per Festa ed è 1-1. Scrosta al limite dell’area mantovana va in difficoltà, il Bassano penetra con Nolè e viene messo giù. Dal dischetto va proprio lui che firma il 2-1 giallorosso. La partita sale di ritmo con i due reparti d’attacco in grande spolvero mentre le difese soffrono e riescono non senza difficoltà ad arginare le offensive avversarie. Al minuto 37 superpunizione di Furlan che costringe Festa al grande intervento. Mantova abile ad approfittare del terreno fertile lungo la fascia destra dove Stevanin fatica a rallentare le incursioni avversarie. E proprio da un calcio d’angolo sul fronte meno coperto è Zanetti che indovina il diagonale sul quale però nessuno è pronto a ribadire in rete.

Si riparte e il nervosismo sale con cartellini gialli a ripetizione e falli ovunque. Zanetti sulla destra non smette di far impazzire Stevanin che contiene come può le avanzate avversarie. Sull’altro fronte colpo di tacco in area con Zanella che nel tentativo di liberare serve invece Caridi anticipato in uscita da Rossi che rimane a terra infortunato rialzandosi poco dopo. Poco prima della mezzora tocca a Nolè pennellare un corner dalla destra sul quale Iocolano salta bene ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Alla mezz’ora il Mantova cambia inserendo Boniperti, figlio d’arte, al posto di Scrosta con Juric che prova ad avanzare il baricentro dei suoi. Poco dopo dall’altra parte tocca invece a Siniscalchi di testa impegnare Rossi che però è ben piazzato e sventa la minaccia bloccando sulla linea di porta il pallone del possibile 2-2 Mantova. Bassano tiene il vantaggio, l’azione dei virgiliani diventa più imprecisa ma sul finale torna a farsi pericolosa con i giallorossi alle corde e Pondaco che dalla sinistra mette al centro un pallone sul quale nessuno però riesce ad arrivare. Juric, tecnico del Mantova si lascia andare e l’arbitro Fiorini fa di più: lo costringe ad andare, nel senso che lo espelle. Gli ospiti si espongono ai contrattacchi giallorossi e questo libera spazio con Cattaneo che approfitta di un retropassaggio sbagliato per involarsi, dribblare Festa e mettere il 3-1.

Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro decreta la fine dell’incontro, il Bassano Virtus torna in vetta e può gioire per il primo posto ritrovato.