Asiago vince facile sul Fassa. Alla sirena è 7-2

0

ASIAGO, COMODA VITTORIA SUL FASSA

Vittoria senza troppi patemi d’animo per l’Asiago Hockey 1935 che ha sconfitto all’Odegar il Fassa con il punteggio di 7 reti a 2. Evidente il divario tecnico fra le due squadre che è scaturito in una partita quasi a senso unico a favore degli stellati. Incontro equilibrato, almeno dal punto di vista del risultato, solo nel primo temo, poi l’Asiago ha preso il largo, senza mai rischiare il ritorno dei trentini. Durante la pausa per gli impegni delle rappresentative azzurre l’Asiago ha recuperato gli infortunati Luca Mattivi e Matteo Tessari, ancora out i due Strazzabosco, Andrea e Michele. Il Fassa si presenta all’Odegar con la novità di Yari Monferone, ex Alleghe. Stellati che si schierano davanti ad Alessandro Tura, preferito da coach John Parco a Vincenzo Marozzi. Avvio molto lento, probabilmente a causa della mancanza del ritmo partita in entrambe le formazioni. La partita si sblocca in concomitanza delle prime chiamate arbitrali: Benetti indovina l’angolo vincente in quattro contro quattro. E’ in doppia superiorità numerica, invece, il raddoppio firmato da Matteo Tessari su assist smarcante di Bentivoglio. Primo riposo e risultato che non fa una piega (2-0). Nel secondo tempo la partita diventa ancor più a senso unico. DeVergilio rimane nello spogliatoio per un risentimento all’adduttore, Magnabosco lo sostituisce nel primo blocco. Ulmer segna in apertura di frazione, a chiusura di un triangolo con Bentivoglio. Meno di un minuto e Borrelli approfitta di un errore difensivo dei fassani per calare il poker. Erwin Kostner chiama time-out per cercare di registrare la sua retroguardia. In powerplay il Fassa accorcia con il tiro dalla blu di Bjork. Il gol non cambia l’andamento e l’Asiago continua a restare in cattedra. Al 32’, Stevan gioca bene per Benetti che al volo segna la sua personale doppietta. E’ poi la volta di Magnabosco che batte per l’ultima volta Tillanen. Nel terzo tempo, infatti, il Fassa schiera Gianni Scola tra i pali. Con i tre punti in cassaforte, l’Asiago arrotonda in superiorità numerica con Matteo Tessari, prima del gol che chiude il ricco tabellino dei marcatori siglato da Michele Marchetti, fratello minore del giallorosso Stefano. Sabato sera altro scontro con una squadra di bassa classifica con l’Asiago che sarà ospite del Caldaro.

Comunicato Ufficio Stampa Asiago Hockey