Asiago Hockey nuovamente tra le mura amiche: sabato sera arriva il Gherdenia

0

Dopo la trasferta di Collalbo, la Supermercati Migross Asiago torna sabato sera tra le mura amiche dell’Odegar per affrontare il Gherdenia capolista a pari punti con il Cortina. Asiago a caccia della terza vittoria stagionale dopo la passeggiata sul Milano e la ben più ostica sfida che ha visto gli altopianesi imporsi 2-1 ma solo all’overtime sui campioni d’Italia in carica del Rittner Buam.

Asiago che deve già fare i conti con gli infortuni: coach Parco è costretto a rinunciare a Mattivi in difesa e a Iori in attacco, per entrambi niente di serio ma stop forzato a Collalbo. L’allenatore asiaghese può però contare su un nuovo innesto: Scott Hotham, trentenne difensore canadese (188 cm per 91 kg) dal 2010 in Europa, nelle ultime tre stagioni in EBEL con le casacche di Olimpija Lubiana e Villach. Fase iniziale di studio con i padroni di casa più intraprendenti, poi l’Asiago alza il baricentro e passa a condurre con Borrelli, assistito da DeVergilio e dal nuovo Hotham. Al 46’ e all’ennesimo tentativo in powerplay, i Rittner impattano con Simon Kostner, direttamente sugli sviluppi dell’ingaggio vinto in attacco da Rissmiller. I padroni di casa vedono i tre punti e accelerano, l’Asiago è schiacciato nel terzo per qualche minuto, Tudin è fermato solo dalla traversa di Marozzi. Dopo sessanta minuti è parità (1-1), si rende necessario il tempo supplementare, deciso dal contropiede in 3 contro 1 finalizzato da Federico Benetti con assistenze di Matteo Tessari e Daniel Sullivan.

Ora la sfida contro il Gherdenia in un Odegar pronto a trasformarsi nella consueta arena bollente.